Giardinaggio Rovigo

Giardinaggio Rovigo

Hai bisogno di dare colore e forma al tuo giardino? stai cercando una ditta di giardinaggio Rovigo a cui affidarti ma non sai cosa fare? te lo diciamo noi di Verde Impianti, specialisti in manutenzione giardini e realizzazione giardini Rovigo e dintorni, quello che devi fare! Crediamo fortemente che ogni giardino, piccolo o grande che sia, possa diventare un vero e proprio giardino dell’Eden. E noi lo realizziamo grazie alla nostra esperienza e professionalità.

I nostri servizi sono vari:

  • La ditta Verde Impianti giardinaggio Rovigo è in grado di fornire uno studio preliminare sulla base del quale, interagendo con il cliente, sviluppa il progetto di dettaglio per la realizzazione di spazi verdi di qualsiasi dimensione.
  • La ditta Verde Impianti giardinaggio Rovigo realizza spazi verdi di ogni forma e dimensione, dalla singola aiuola, al piccolo, medio o grande giardino, al parco, alle aree verdi condominiali e commerciali, e valorizza piccoli spazi quali fioriere, terrazzi, sviluppi verticali che nei sempre più ridotti spazi cittadini risultano gli unici disponibili per lo sviluppo di vegetazione.
  • La ditta Verde Impianti giardinaggio Rovigo esegue lavori di potatura di siepi e piante, anche ad alto fusto. I lavori sono eseguiti con l’ausilio di macchine operatrici quali piattaforme aree e cestelli.
  • La ditta Verde Impianti giardinaggio Rovigo coltiva e commercializza numerose varietà di piante ed essenze, fornisce alberature di ogni genere e ne effettua la piantumazione.
  • La ditta Verde Impianti giardinaggio Rovigo progetta e realizza impianti d’irrigazione e sviluppa contratti di manutenzione per farvi stare tranquilli ed assicurare lunga vita al vostro giardino.
  • La ditta Verde Impianti giardinaggio Rovigo esegue, oltre alla comune semina, la posa in opera di prati in zolle, selezionati e posati dopo specifici trattamenti del terreno.
  • La ditta Verde Impianti giardinaggio Rovigo esegue e realizza impianti sportivi a partire da analisi chimico-fisica del terreno, drenaggi, irrigazione, stazioni di pompaggio ecc…
  • I trattamenti fitosanitari sono necessari alla cura e al mantenimento nel tempo degli spazi verdi per proteggere gli esemplari arborei dagli agenti patogeni.

Non esitare a contattarci o a richiedere un preventivo gratuito: per qualsiasi esigenza siamo a tua disposizione!

richiedi-preventivo giardinaggio

come coltivare lo zenzero

Come coltivare lo zenzero in casa

Come coltivare lo zenzero in casa

Lo zenzero è facile da coltivare in giardino e in appartamento e non necessita di cure assidue; con pochi accorgimenti potremmo produrre rizomi (tuberi). Vediamo quindi come coltivare lo zenzero in casa.

Innanzitutto, il terreno deve essere di buona qualità: ricco abbastanza da alimentare la pianta, trattenere l’umidità in modo che la pianta non secchi ma, allo stesso tempo, deve essere in grado di drenare liberamente per non far marcire tubero e radici.

Lo zenzero ama luoghi ombreggiati, sole filtrato, umidità, calore e terreno ricco. Lo zenzero non tollera freddo, sole diretto, vento forte e terreni secchi o pregni d’acqua.
Puoi cominciare piantando un tubero (fresco), fornito da un coltivatore o acquistato in negozio. Assicurati che il rizoma sia fresco e che abbia piccole gemme (germogli di crescita) a forma di corno: se hai acquistato il bulbo in negozio sarebbe meglio lasciarlo nell’acqua tutta la notte prima dell’ invasamento, potrebbe essere stato trattato con un ritardante delle crescita.

Un terreno composto al 50% da un buon composto e da un terreno sabbioso (o drenante) è l’ideale: il composto fornisce il nutrimento e trattiene l’umidità, mentre il terreno sabbioso assicura un ottimo drenaggio.

Il periodo migliore del trapianto in vaso è il tardo inverno/inizio primavera: scegli una posizione luminosa ma dove non batte il sole e protetta dal vento.
Se il rizoma ha più germogli di crescita puoi anche tagliarlo in più pezzi, ognuno con almeno una coppia di gemme, e ricavare così più piante da un unico tubero.
Pianta il ginger (zenzero) a circa 10 cm di profondità, con i germogli di crescita verso l’alto.
La pianta dello zenzero non occupa grande spazio, ogni rizoma produce poco fogliame che cresce e si infoltisce ,a ciuffo, molto lentamente, crescendo in altezza al massimo di circa un metro. Un vaso di 35/40 cm di diametro può ospitare fino a tre piante, debitamente distanziate di 15/20 cm.
Il terreno non deve essere mai asciutto, ma neanche zuppo, altrimenti il bulbo e le radici della pianta marciscono. Se l’aria del tuo ambiente domestico è troppo secca puoi usare un comune spruzzino/vaporizzatore per idratare la pianta.
In tarda estate, quando le temperature cominciano ad abbassarsi, riduci l’acqua e lascia pure seccare il terreno: ciò incoraggia il ginger a produrre rizoma.
Quando si sono seccate tutte le foglie, il ginger è pronto per la raccolta. Scegli alcuni pezzi raccolti da ripiantare.
I rizomi re-interrati o lasciati nel terreno non richiedono acqua né attenzione sino all’innalzarsi delle temperature.
Se il terreno di crescita della pianta è sufficientemente ricco, la pianta non ha bisogno d’altro (ogni anno puoi arricchire il terreno con un buon composto).
Per altre informazioni su come coltivare lo zenzero in casa o qualsiasi richiesta non esitare a contattare la ditta di giardinaggio Verde Impianti di Rovigo!
richiedi-preventivo giardinaggio
tipologie di giardino

Tipologie di giardino

Tipologie di giardino

Esistono varie tipologie di giardino che si possono realizzare: il giardino alla francese, il giardino mediterraneo, il giardino giapponese, il giardino all’italiana e il giardino all’inglese. Ognuno con le sue particolarità che lo caratterizzano. Analizziamo di seguito ogni tipologia di giardino.

GIARDINO ALLA FRANCESE

Il Giardino alla francese è famoso e conosciuto per la spettacolarità cui si presenta ai visitatori: ampi corsi e viali delimitati da siepi e piante coreografiche ben precise e soprattutto, si evidenzia la presenza di fontane e strutture simili al fine di abbellire e decorare il giardino stesso. Inoltre, l’inserimento e la disposizione di alberi e piante non avviene a caso, ma è ben studiata e ideata con uno schema ben preciso, tutto è  accurato e studiato nel minimo dettaglio.

il giardino alla francese

GIARDINO MEDITERRANEO

La caratteristica maggiore che evidenzia un giardino mediterraneo è sicuramente la presenza di un’ampia varietà di piante tutte colorate e diverse fra loro. Il colore e la vitalità che si nota al primo sguardo sono peculiarità tipiche di questo genere di giardino, il quale richiede che la vegetazione sia disposta con naturalezza, che si segua un normale e decorso della natura; non si ha l’esigenza di aree schematiche e ben delimitate. Si suddivide in due sotto categorie:

  • Arabo
  • Rinascimentale

Il primo rispecchia la descrizione sopra citata con l’inserimento di brevi corsi d’acqua. Quello rinascimentale invece rappresenta un giardino più importante, con grandi fontane e laghetti; sono gli intramontabili spazi d’acqua dove spesso si notano i classici pesci rossi.

giardino mediterraneo

GIARDINO GIAPPONESE

I Giardini Giapponesi catturano subito nell’immediato per il loro fascino particolare. Ne esistono di diverse tipologie, tutte con un’attrattiva certamente particolare, quella di ricreare per quanto possibile lo stile di vita e la cultura tipica giapponese.

Ciò che si evince subito da un giardino giapponese è l’ampio spazio verde panoramico che offre. Una modesta ricreazione dei paesaggi tipici della cultura orientale: vallate, fontane e corsi d’acqua. Una qualità tipica di questi giardini giapponesi, non è tanto la presenza di un’area verde che completa la costruzione di una villa o struttura abitativa che sia: l’abitazione stessa diventa parte integrante del giardino.

giardino giapponese

GIARDINO ALL’ITALIANA

La caratteristica di questo tipo di giardino è data dalla presenza importante di uno schema ben delimitato; ossia le aree verdi hanno tutte forme ben precise, trattate con la strumentalizzazione e manutenzione necessaria: frequente e duratura. Si notano di fatti aree geometriche ben precise, le cui siepi in esse contenute rappresentano dei giochi geometrici ben strutturati.

giardino all'italiana

GIARDINO ALL’INGLESE

Il giardino all’inglese è speciale e particolare perché per loro stessa natura, tendono a far dimenticare allo stesso visitatore di trovarsi all’interno di un giardino. La natura è di fatti inserita in maniera armonica, dove a essere protagonisti non sono solo le piante e la maestosa vegetazione, ma anche strutture decorative come fontane e ruscelli. La stessa disposizione della vegetazione è inserita tenendo conto del naturale decorso del tempo e dell’alternarsi delle stagioni. I colori così come anche le diverse tonalità dei fiori cambiano secondo la stagione presente. Il Giardino inglese è ideato secondo uno schema preciso studiato però in maniera personalizzata dal padrone del giardino stesso. Si può quindi personalizzare secondo gusti e propri diletti.

giardino inglese

Ora che sai le tipologie di giardino non vedi anche tu l’ora di realizzarne uno giapponese?

Contattami e richiedi un preventivo, Verde Impianti è specializzato per rendere affascinante il tuo giardino!

richiedi-preventivo giardinaggio

tecniche di manutenzione giardini

Manutenzione giardini: le tecniche

Tecniche per la manutenzione giardini

Dopo aver costruito e curato il proprio giardino in ogni minimo dettaglio, è importante preservarlo con un’ottimale manutenzione giardini.

Ed è per questo che lo staff di Verde Impianti mette a disposizione della propria clientela un servizio puntuale e attento al dettaglio durante tutto l’arco dell’anno.

Quali sono le tecniche principali?

Per una manutenzione giardini, l’ideale è la falciatura dell’erba eseguita in modo regolare e frequente:fino a 2-3 cm da terra, sia in primavera che inizio autunno, mentre d’estate va tenuta un po più bassa.

Inoltre deve prevedere una concimazione con prodotti idonei, ovviamente a seconda della stagione e della tipologia del terreno.

La cosa fondamentale nella manutenzione giardini è garantire la giusta altezza dell’erba del giardino, questo serve a rinforzare la pianta, a mantenere la giusta umidità e a farvi penetrare meglio le sostanze nutritive.

è consigliabile utilizzare nel tempo, lame sempre ben affilate: noterete a distanza di pochi giorni una miglior crescita del giardino e un verde sempre più intenso.

Un altro aspetto molto importante da considerare nella manutenzione degli spazi verdi è l’irrigazione che deve essere distribuita in modo omogeneo: l’acqua deve penetrare nel terreno lasciando la giusta umidità e senza ristagnare, in questo  modo consente alla pianta di assorbire l’ossigeno prima della successiva irrigazione.

Per maggiori informazioni sulla manutenzione giardini potete contattarci QUI.

Verde Impianti è una ditta di giardinaggio specializzata in manutenzione giardini Rovigo offrendo un servizio in tutto il territorio e dintorni puntuale e preciso.

richiedi-preventivo giardinaggio

 

 

 

 

aiuole rialzate

Aiuole rialzate

Aiuole rialzate

Nei giardini piccoli le aiuole rialzate aiutano ad ottimizzare l’uso dello spazio. In quelli più grandi le aiuole strette costituiscono un attraente elemento di contorno.

L’aspetto elegante si adatta bene al design  di molti giardini moderni e, nelle zone in cui non è possibile procurarsi delle rocce adatte, un’aiuola rialzata rappresenta un buon sostituto del giardino roccioso.

Poiché il loro drenaggio è indipendente dal terreno sottostante, le aiuole si dimostrano molto utili nei giardini con terreni poco drenanti (come quelli argillosi, pesanti e umidi), inadatti alla coltivazione delle piante montane.

Inoltre è possibile regolarne le dimensioni in modo che possano accogliere una mini- serra mobile e permettere la coltivazione di specie particolari che necessitano di protezione dagli inverni troppo piovosi, senza limitare il flusso d’aria intorno alle piante.

Per costruire un’aiuola rialzata si possono usare vari materiali: mattoni, pietre a secco o traversine in legno della ferrovia.

SCHEMI PER AIUOLE RIALZATE

Le grandi aiuole rialzate si possono dividere in aree o settori separati usando in ognuno terricci diversi secondo le esigenze specifiche dei diversi gruppi di piante.

Sulla superficie del terriccio potete aggiungere delle rocce, per creare una varietà di consistenza, e delle nicchie verticali o fessure per determinati tipi di piante.

Le aiuole rialzate rettangolari offrono diverse esposizioni che consentono di inserire piante con esigenze diverse, sia nelle nicchie, sia nelle aree al sole oppure all’ombra.

Oltre a coltivare le piante nell’aiuola stessa, si possono sfruttare le pareti come nicchie, come si fa con le specie rampicanti fate crescere sui muri.

Scegliete piante che creino interesse man mano che la stagione avanza.

Le fitte rosette sempreverdi dell’Haberlea rhodopensis in primavera emettono getti di fiori a imbuto e possono essere seguite in estate dall’Aquilegia flagellata, un’alpina cespitosa che produce fiori campanulati azzurro tenue, ciascuno con i petali scanalati e un piccolo sperone.

Entrambe queste piante preferiscono la mezzombra e sono abbastanza piccole da poter stare in un’aiuola rialzata senza ingombrarla.

Per esposizioni più assolate, scegliete le specie compatte di Dianthus, come il D. alpinus e il D. “Bombardier”, insieme all’Erinus alpinus “Dr Hahnle” che ricade dalla parete di contenimento.

 

Per altre informazioni o richieste, Verde impianti è al vostro completo servizio!

contattaci