proteggere le piante aromatiche dall'inverno

Come proteggere le piante aromatiche dall’inverno

Come proteggere le piante aromatiche dall’inverno

Grazie alle piante aromatiche, possiamo insaporire i nostri piatti con i sapori genuini coltivati da noi. E’ fondamentale saperle coltivare nel modo giusto per mantenerle belle e rigogliose in ogni stagione.

In inverno in particolare, le piante aromatiche hanno bisogno di maggiori cure per proteggerle dal gelo, per questo vi illustreremo alcuni consigli per prendervi cura al meglio delle vostre piantine:

– Considerare la resistenza al freddo di ogni pianta aromatica che possediamo

E’ essenziale sapere che ogni pianta aromatica ha una tolleranza diversa al freddo , per esempio, il rosmarino resiste molto bene alle basse temperature, al contrario, il basilico trova grosse difficoltà.

Perciò valutate bene come proteggere le piante aromatiche avendo cura di far entrare in casa quelle più a rischio

Le piante che resistono meglio al freddo sono: maggiorana, alloro, menta, prezzemolo, erba cipollina.

Vanno protette: piante d’origano, salvia e peperoncino.

– Travasate le piante sensibili al freddo e preparate il terreno

Anche il contatto con un terreno umido e freddo può essere letale per certe piantine. Per proteggere le piante aromatiche consigliamo di invasarle, in questo modo il terriccio resisterà meglio al freddo e le radici saranno più forti.

Se non potete farlo, seguite questi consigli: non innaffiate le piante alla sera ma nelle ore più calde del giorno, coprite con della corteccia le radici più sottili, nutrite il terreno con sostanze specifiche per le piante aromatiche, ricoprite i vasi all’esterno con dei sacchi di juta ed utilizzate teli per impedire a pioggia e grandine di arrivare in modo diretto sulle vostre piante-

– Elimina le foglie secche ed ingiallite e ripulisci la terra

In questo modo potrete proteggere le vostre piante aromatiche da parassiti pericolosi.

– Proteggi le piante da pioggia e gelate

Potete farlo ritirandole in casa o proteggendole con teli appositi in giardino.

– Create un ricovero invernale per le vostre piante

Il ricovero ideale per le vostre piante sarebbe tra i 5°C e i 10°C. Puoi conservarle in: cantine, cortili riparati, serre artificiali e stanze prive di riscaldamenti. La presenza della luce è fondamentale.

Hai bisogno di maggiori informazioni? non esitare a contattarmi!

Acconsento al trattamento dei miei dati

Ai sensi del d.lgs n.196/03 i dati personali inviati saranno utilizzati in conformità col regolamento italiano.
I dati raccolti non saranno comunicati a terzi. Ai sensi dell'articolo 7 dlgs 196/03 è possibile avere accesso ai suoi dati e chiedere la cancellazione o la modifica all’iscrizione.
come prendersi cura della stella di natale

Stella di Natale: come prendersene cura

Stella di Natale: come prendersene cura

La stella di Natale, la pianta, il fiore per eccellenza del Natale, la bottiglia di vino del Natale, un regalo sempre ben accetto da chiunque la riceva.

Intensamente colorata, capaci di attirare l’attenzione e di creare da sola un’atmosfera natalizia. In genere viene eliminata a fine stagione, invece, per i veri amanti di questa brillante pianta, può non solo sopravvivere ma diventare una splendida pianta verde da appartamento.

Se dovete ancora scegliere la pianta, vi consiglio di optare per gli esemplari più folti, non importa anche se molto grandi.

Una volta giunti a casa, liberate la pianta perché, pur temendo l’aria secca delle nostre case, un ambiente confinato come la confezione può rivelarsi anche peggio.

Comportatevi così anche con tutte le piante ricevute in regalo: fate in modo che la luce e l’aria possano raggiungere tutte le parti della pianta.

I punti deboli della stella di Natale

La stella di Natale è una pianta prevalentemente da appartamento fresco o addirittura perfetta per dare colore alle scale o alla veranda: se questi ambienti sono condizionati, luminosi, a temperature costanti di 20°C e l’umidità resta elevata, la Poinsettia pulcherrima o Euphorbia pulcherrina, cresce con forza.

Nel periodo invernale in cui, la stella di Natale si tiene prevalentemente in soggiorno, consiglio di riservare un posticino luminoso della vostra casa: l’ideale sarebbe metterla davanti ad una portafinestra, evitando però le correnti fredde.

Il fattore principale per la durata della pianta in casa è l’umidità dell’aria: un’irrorazione quotidiana con acqua non calcarea in modo che non di macchino le foglie, è sempre ben gradita.

Il terriccio non deve mai seccare del tutto ma restare fresco senza essere fradicio. Proprio per questo è meglio eliminare l’acqua presente nel sottovaso dieci minuti dopo la bagnatura.

Come conservare la Stella di Natale

Per far durare la Poinsettia, è necessario spostarla in un ambiente più fresco, come possono essere le scale, e molto luminoso: deve restare a 16-18°C, senza mai scendere verso i 15°C.

Bagnatela solo una volta alla settimana in attesa che riprenda la fase di crescita attiva.

In primavera, è meglio accorciare i rami riducendoli a metà della loro lunghezza, sempre dopo che i fiori sono dissecati, impiegando zolfo in polvere per spolverizzare le superfici di taglio.

Il taglio si esegue appena sopra l’innesto della foglia.

All’inizio dell’estate, se è possibile, spostate la pianta all’aperto quando di concima con un fertilizzante per piante da fiore ricco in potassio e fosforo. A metà estate invece, rinvasarla in un contenitore di misura superiore con un substrato ricco di torba e ben drenato, senza mai pressare troppo il terriccio. Nel mese di ottobre di riporterà in casa.

I nemici della Stella di Natale

I problemi tipici legati a questa pianta cono l’umidità ambientale e le innaffiature

– Una stella di Natale che tende ad afflosciarsi ed a perdere turgore, di solito necessita di annaffiature più frequenti. Un terreno asfittico, sempre bagnato, causa maculature scure sul fogliame, il quale tende a diventare floscio.

– I margini delle foglie che si raggrinziscono spesso sono sintomo di scarsa umidità ambientale.

– Una sottile polvere grigia tra le foglie o alla base dei fusti è invece chiaro sintomo di un attacco di botrite, ovvero una pericolosa muffa, che tende a svilupparsi molto rapidamente.

giardino a dicembre

Prendersi cura del giardino a Dicembre: cosa devi fare

Prendersi cura del giardino a Dicembre: cosa devi fare

Ed eccoci arrivati al mese di dicembre, il mese forse più temuto in tutto l’anno proprio per il freddo pungente!

Se paragoniamo ad altri mesi, per il giardino a dicembre, i lavori non sono molti. Se la tua passione di giardiniere non vuole appassire, ti consigliamo di sfruttare molto gli interni della casa per coltivare piantine e fiori vari.

Giardino a dicembre: Manutenzione del prato

In questo periodo il tuo prato non ha bisogno di particolari cure, puoi fare attenzione a rimuovere le ultime foglie dell’autunno. Nel periodo delle gelate o in caso di neve, è meglio evitare di calpestarlo in modo da ridurre al minimo il pericolo di malattie fungine.

Giardino a dicembre: Piante e fiori, aiuole e cespugli

Sicuramente lo hai già fatto, ma è meglio ricordarti che in questo periodo è opportuno proteggere le piante che non tollerano il gelo. Una di queste sono i rosai che oltre al freddo non sopportano anche il sole invernale. Se hai potato recentemente, ti consigliamo inoltre di riparare i tagli da potatura con gli appositi prodotti.

Un ultimo consiglio: in caso di forti nevicate, ricordati di scuotere con la scopa i rami delle sempreverdi, per non farle soffrire dal peso della neve.

Giardino a dicembre: L’orto in inverno

Se hai un orto, puoi raccogliere le carote, il sedano e le rape rosse.

Arance, mandarini, clementine e limoni sono nel pieno della raccolta, in particolare nelle regioni del sud. Al nord e al centro invece è tempo anche di olive.

Gli agrumi vanno raccolti quando il tempo è asciutto, dopo che la rugiada della notte si è asciugata.

Per proteggere gli alberi da frutto inoltre, è necessario dare una mano di calce sui tronchi, in modo che durante le gelate non si creino fessure, pericolose per la salute della pianta.

Ultima cosa: siccome gli alberi hanno ormai perso le foglie, questo è il momento migliore per andare alla ricerca di eventuali parassiti e prendere le giuste misure per debellarli.

decorare il giardino a Natale

Decorare il giardino a Natale: qualche idea a cui ispirarti

Decorare il giardino a Natale: qualche idea a cui ispirarti

Il Natale è il tuo periodo preferito e non puoi fare a meno di decorare la tua casa per creare la giusta atmosfera? non dimenticarti del giardino! qualsiasi siano le dimensioni, decorare il giardino a Natale è anche un’attività divertente che riunisce tutta la famiglia o le persone a te care.

Decorare il giardino a Natale è importante tanto quanto decorare la casa con addobbi natalizi, o forse anche di più, perché visibili a tutti.

Sono davvero tante le idee per addobbare balconi, terrazzi e giardini, basta solo farlo con misura e con un certo criterio, altrimenti si rischia di dare alla propria casa un aspetto kitsch e poco elegante. Luci colorate, ghirlande di ogni tipo e dimensione, palline giganti, pupazzi di neve, tante le decorazioni natalizie per esterno, diverse a seconda dello stile che si vuole dare alla propria abitazione e dello spazio che si ha a disposizione. Se si dispone di un grande spazio all’aperto, si può pensare di addobbarlo con animali luminosi, le classiche renne in primis.

Progettate l’allestimento a seconda dello spazio che avete a disposizione, cercando di trovare i punti da valorizzare al meglio e su cui volete attirare l’attenzione:

Ecco qualche idea, a seconda del vostro spazio per decorare il giardino a Natale ed entrare anche quest’anno nell’affascinante atmosfera natalizia:

1. Tronchi di legno Babbo Natale: Questo progetto è molto semplice da realizzare; bastano i tronchi di legno e un pennello e colori alla mano.

2. Lanterne fai da te con lo spago: le lanterne con lo spago sono semplici da realizzare e nel periodo natalizio si trasformano in un’ottima occasione per decorare il giardino.

3. Vasi ripieni di pigne e palline da decorazione: se vi avanzano delle palline dopo che avete decorato l’albero, quale modo migliore per impiegarle per decorare il giardino o il terrazzo?

4. Palloni giganti decorati come palline natalizie: questa è un’idea ad alto tasso creativo e perfetta se volete realizzare una decorazione ad alto impatto estetico: basta prendere dei palloni gonfiabili e decorarli ad hoc.

5. Luci per decorare gli alberi del giardino: e se avete un giardino ricco di alberi, perché non decorare a festa anche loro?

6. Lanterne rosse per decorare l’ingresso di casa: per decorare il vialetto d’ingresso potete invece utilizzare delle lanterne rosse, in perfetto mood natalizio e molto eleganti.

Save