festa della donna: come prendersi cura della mimosa

Festa della donna: come prendersi cura della mimosa

Festa della donna: come prendersi cura della mimosa

La festa della donna è vicina, e molto probabilmente riceverai una piccola pianta di mimosa tutta per te. Per apprezzare il regalo ricevuto, impara come prenderti cura di questa coloratissima pianta, Verde Impianti vuole darti qualche consiglio per mantenerla al meglio!

La mimosa

La mimosa è una pianta originaria del continente australiano, arrivata in Europa nell’Ottocento.

Le specie più conosciute di mimosa sono la “Acacia Dealbata” e la mimosa delle 4 stagioni “Mimosa retinoides”.

  • Formano alberi in piena terra e clima mite.
  • Pianta sempreverde con foglie grigio-verdi composte per l’acacia dealbata e intere.
  • Crescono velocemente, infatti richiedono un’esposizione al sole diretto e un terreno da neutro a leggermente acido.
  • I fiori gialli sono molto profumati e sbocciano entro dicembre e marzo per l’acacia dealbata mentre si ripete per tutto l’anno per la mimosa delle 4 stagioni.

Come prendersi cura della mimosa

La mimosa è fornita in vaso da marzo a maggio. In climi temperati del centro sud e sulle coste dei grandi laghi del nord si possono coltivare in piena terra. Ecco cosa devi fare:

– Scegliere con cura il posto: esposizione soleggiata e riparata dal vento. Se volete piantarla nel vostro giardino, preparate la buca di piantagione profonda e larga 50/60 cm togliendo i sassi e le erbacce.

– Mescolate alla terra asportata circa un terzo di terriccio da piantagione arricchito di 2/3 palate di letame compostato.

– Immergete la piantina di mimosa in un secchio d’acqua per reidratare la zolla di terra, svasare delicatamente l’arbusto, slegare le radici intrecciate e sistemare la zolla senza interrare il punto di innesto.

– Per la coltivazione in vaso: mescolate 1/3 di terriccio da piantagione, 1/3 di terra da giardino e 1/3 di torba e drenaggio. Scegliere un vaso alto e largo 50 cm minimo per garantire una crescita della mimosa rapida con una fioritura abbondante.

La festa della donna è vicina, non buttare via la tua pianta subito il giorno dopo! Per altri consigli chiedi informazioni ai nostri esperti di Verde Impianti:

richiedi informazioni

Save

potatura alberi da frutto

Le 4 regole per la potatura alberi da frutto a febbraio

Le 4 regole per la potatura alberi da frutto a febbraio

Il mese di febbraio è il periodo ideale per la potatura della maggior parte delle piante, ad eccezione di quelle che hanno bisogno di potature specifiche in certi periodi dell’anno.

Nell’articolo che leggerai, vedremo in particolare la potatura alberi da frutto: esistono diverse teorie sua quando è il periodo migliore per potarli.

Verso fine febbraio, è sicuramente il periodo migliore per la potatura alberi da frutto.

Perchè? perchè la pianta, essendo molto vicina alla ripresa vegetativa della Primavera, ha molta più facilità nel cicatrizzare le ferite causate dalla potatura.

Con il freddo dell’inverno inoltre, si seccano i primi 5-7 cm di ramo sotto il taglio.

Appurato che febbraio è il mese ideale per eseguire questo tipo di lavoro, vediamo quali sono le 4 regole fondamentali per la potatura alberi da frutto.

Le 4 regole di base

Bisogna tener conto che la potatura è molto legata alla maniera in cui viene allevata la pianta, ovvero a seconda del portamento scelto: spalliera, calice, ecc…

1. Pulizia: Prima di tutto è utile ripulire la pianta da tutti i rami secchi e malati. Dobbiamo eliminare anche i “polloni”, ovvero quei rami cresciuti sotto l’innesto che non fanno altro che portare via energie alla pianta.

2. Rami paralleli: molte volte succede che negli alberi da frutto vi siano rami che partono circa dallo stesso punto con una crescita parallela.

In questi casi dobbiamo scegliere uno dei 2 rami ed eliminare l’altro. In questo modo assicuriamo lo spazio necessario per la crescita di nuovi rametti e di nuovi frutti.

3. Rami che si incrociano: anche quando due rami si incrociano, dobbiamo fare la scelta di eliminare uno dei due. Lasciando quello che punta verso l’esterno della pianta.

4. Rami che crescono verso l’interno della chioma: è importante anche eliminare i rami che stanno crescendo vero l’interno della chioma. Questo perchè, verso l’interno della chioma arriva meno sole, non riuscendo a realizzare bene la fotosintesi. Soprattutto l’assenza di luce non permette di far maturare i frutti.

Richiedi la mano di un esperto, e prenditi cura dei tuo alberi da frutto con Verde Impianti!

richiedi informazioni

giardino a febbraio

Giardino a febbraio: i preparativi alla Primavera

Giardino a febbraio: i preparativi alla Primavera

Il giardino a febbraio è il mese in cui ci si prepara ufficialmente alla Primavera.  Ma come se mancano ancora due mesi? la lista di cose è abbastanza ricca e se sei un appassionato di giardinaggio saprai che sono per lo più fasi preliminari, di preparativi.

Infatti, prima dell’arrivo della Primavera, il giardino a febbraio deve eseguire tutte le operazioni di pulitura, di lavoro del terreno e di concimazione, di potatura e della semina delle piante che possono fiorire in Primavera.

E’ tempo di ritirare fuori i vecchi attrezzi (o di comprarli) tra cui: dalle cesoie ai rastrelli fino ai vasi e sottovasi.

Dopo esserti munito degli strumenti necessari, vediamo i lavori che dovrai eseguire per il giardino a febbraio:

La pulizia

Rastrello e cesoie alla mano, è tempo di pulizie pre-primavera.

Pulisci per bene tutta la superficie erbosa e le aree delle siepi, piante e fiori.

Raccogli le foglie morte, i rami caduchi e i depositi invernali. Non aver paura di andare con la vanga, essa movimenterà il terreno facendolo respirare e portando in superficie i parassiti in modo che muoiano dal freddo.

La potatura di alberi e piante

Se vuoi potare un albero o una pianta fallo ora, febbraio è il mese perfetto.

A seconda della varietà del fiore però ricordati sempre di controllare il periodo migliore per potare, che va in base alla stagione della fioritura.

Per chi ha il frutteto, a metà del mese è il turno delle piante da frutto, in particolare meli, peri, ribes, lamponi e ciliegi. Non effettuare delle potature casuali, verifica sempre quale sia l’intervento migliore, quanto e dove tagliare per salvaguardare sia la salute sia la forma della pianta.

Semina

Proteggi le semine in caso di freddo eccessivo utilizzando dei teli in TNT oppure portando i vasi in un luogo più riparato dal freddo.

Trattamenti nel mese di febbraio

Alle piante in cui vi sia la necessitò di fare dei trattamenti antiparassitari, pensaci prima che le gemme siano gonfie.

Aspetta sempre che il fenomeno sia anche solo leggermente manifestato prima di intervenire ed assicurati che vi sia un effettivo bisogno.

Richiedi la consulenza di un esperto, e cura il tuo giardino a febbraio con Verde Impianti!

richiedi informazioni