consigli per proteggere le piante dal freddo

Metodi per proteggere le piante dal freddo

Metodi per proteggere le piante dal freddo

Ogni specie vegetale è caratterizzata da una specificie.

Con l’arrivo dell’inverno è bene proteggere le piante dal freddo onde evitare preservarle danni causati dalle gelate e dalla pioggia eccessiva. Ogni specie vegetale presenta una specifica resistenza alle basse temperature e al gelo.

Alcune piante di origine tropicale e subtropicale, per esempio non hanno una buona resistenza al freddo pertanto bisogna metterle al riparo nel periodo invernale. Le piante provenienti da zone temperate invece non richiedono particolari attenzioni durante i mesi invernali.

A tal proposito ecco come proteggere le piante dal freddo seguendo alcune indicazioni utili.

7 modi per proteggere le piante dal freddo

1) Mettere le piante in un luogo riparato dal vento e dal freddo diretto: basta spostare i vasi sulle scale condominiali, negli androni degli ingressi (ma prima di farlo mettetevi d’accordo con i vostri vicini per evitare liti!), oppure in una cantina o in un garage. Le piante riusciranno a vivere bene anche senza luce, perché i giorni peggiori saranno solo quattro o cinque al massimo.

2) Se proprio non potete spostarle, mettete le vostre piante accanto ad una parete, rivolte contro il muro (in questo modo avranno più calore), meglio se esposte a sud, ed evitate di lasciarle vicine alle ringhiere o ad accessori di ferro, che gelano subito.

3) Inoltre, è opportuno – se possibile – mettere i vasi direttamente a terra, magari isolati dal pavimento freddo con uno strato di polistirolo, ed evitare di posizionarli su mensole o superfici alte, che espongono maggiormente le foglie all’aria fredda.

4) Naturalmente, tutto questo va accompagnato da un’adeguata copertura! È bene avvolgere l’intera pianta con i teli bianchi di tessuto non tessuto (quelli che ricordano la carta-stoffa), mettendo i lembi che spuntano sotto al vaso: sono efficaci contro il gelo, traspiranti e anche economici (si trovano facilmente nei vivai o nei negozi di sementi).

5) In alternativa, si possono usare i teli in plastica, ma richiedono maggiori accortezze, perché bisogna chiuderli e aprirli periodicamente per evitare il formarsi dell’umidità.

6) Inoltre, occorre tenere il terreno asciutto e innaffiare il minimo indispensabile, evitando accuratamente il ristagno d’acqua, pericolosissimo per la pianta.

7) Infine, è necessario rinviare qualsiasi potatura a fine stagione, perché i rami e le foglie assicurano comunque una protezione contro il freddo, in grado di proteggere il cuore del ramo.

E’ buona cosa, per proteggere le piante dal freddo, affidarvi al parere e alle informazioni di un esperto.

Proteggi ORA le tue piante dal freddo con gli esperti di Verde Impianti

Realizzazione aiuole Rovigo

Realizzazione aiuole: quali elementi considerare?

Realizzazione aiuole: quali elementi considerare?

Le aiuole sono i punti luce che parlano del tuo giardino: per progettarle e realizzarle è necessaria fantasia, creatività, esperienza e tanta, tanta passione.

Per questo è necessaria cura ma anche tecnica oltre ad una saggia scelta e collocazione di piante, fiori ed arbusti.

Quali elementi consideriamo nella realizzazione aiuole?

La vegetazione deve essere la protagonista in tutte le stagioni con cespugli, sempreverdi e spoglianti di varie altezze che impostano la struttura, oltre a numerose specie di erbacee perenni e bulbose che daranno carattere e vivacità all’aiuola durante tutto l’anno.

Nella realizzazione aiuole, ecco gli elementi di cui Verde Impianti terrà conto:

– L’EFFETTO CHE VOGLIAMO: se desideriamo un sicuro effetto decorativo nel nostro giardino, dovremo optare per delle piante da aiuola dall’aspetto gradevole e vistoso, fiorendo possibilmente tutte insieme e nello stesso periodo con una fioritura abbondante e lunga.

Se hai questo obiettivo Verde Impianti consiglia piante bulbose come tulipani, narcisi e ciclamini.

– RESISTENZA: per la realizzazione aiuole solitamente optiamo per delle piante resistenti alle intemperie, visto che dovranno rimanere all’aperto tutto l’anno e con una capacità di ripresa molto veloce, per garantire un rapido ripristino delle condizioni iniziali anche dopo un periodo di pioggia o di vento.

– AUTOPULENTI: se abbiamo poco tempo da dedicare alla cura del giardino, è meglio optare per piante autopulenti, ossia devono avere frutti che cadono da soli e che non vanno ad impoverire la fioritura.

– LA FORMA: le aiuole a forma squadrata sono le più facili da realizzare, oppure, a seconda delle preferenze potete optare per una forma tondeggiante: a voi la scelta

– LA PROGETTAZIONE: prima della realizzazione aiuola, procederemo con la progettazione, con cui, grazie ad i nostri software, potremo ottenere una panoramica di quella che sarà la vostra futura aiuola nel giardino, per aggiustare o aggiungere elementi estetici e decorativi.

 

Le nostre aiuole catturano lo sguardo dell’osservatore e lo colpiscono con il loro stile informale e apparentemente spontaneo e naturale, ma non fatevi ingannare: dietro la realizzazione aiuole vi è uno studio ricercato e molto attento: nella scelta e nella disposizione delle piante e dei fiori, nulla è lasciato al caso!.

realizzazione aiutole Rovigo

realizzazione aiutole Rovigo

realizzazione aiutole Rovigo

realizzazione aiutole Rovigo

realizzazione aiutole Rovigo

Diamo COLORE al tuo GIARDINO!

Nella realizzazione aiuole Rovigo, utilizziamo la nostra competenza e professionalità al fine di garantire spazi suggestivi, emozionanti e colorati ma anche studiati minuziosamente durante la fase di progettazione.

Verde Impianti, azienda specializzata nella realizzazione aiuole Rovigo, cura la scelta di ogni piccolo dettaglio, creando una vera e propria opera d’arte, tra aiuole e bordure, in cui piante e fiori unici e scenografici prendono armoniosamente vita.

VUOI REALIZZARE UN AIUOLA DA FAR INVIDIA?
Chiedi l’aiuto degli esperti giardinieri di verde Impianti: non corri nessun rischio e la tua aiuola risplenderà nel tuo giardino!

giardinaggio a novembre

Giardinaggio a novembre: cosa fare nel proprio giardino

Giardinaggio a novembre: cosa fare nel proprio giardino

Novembre è quello che possiamo definire il vero mese di preparazione alle temperature rigide invernali e lo spartiacque tra estate e inverno.

Anche in questo caso preparare il proprio giardino a Novembre è l’unica arma vincente per superare incolumi dicembre, gennaio e febbraio, e rivivere di nuovo, già da marzo tutti i colori che la primavera ci vorrà regalare.

Cosa possiamo fare, allora, per curare il nostro giardino a Novembre?

Giardino a Novembre: lavora terreno e prato

Per prima cosa preoccupiamoci di lavorare al meglio il terreno, preparandolo per la coltura di nuove piantagioni.

Operiamo sulla concimazione incorporando stallatico maturo, compost, concime o fertilizzanti biologici, adatti a tutti i tipi di piante e terreni.

In seguito estirpiamo tutte le erbe infestanti rimaste e raccogliamo le foglie secche che potranno servirci per la pacciamatura o per la creazione di casette per gli insetti utili.

Ricordiamoci di tagliare il prato per l’ultima volta fino a primavera, ed estirpiamo l’eventuale presenza di vermi e muschi che potrebbero danneggiarne il manto.

Possiamo effettuare la potatura di arbusti sempreverdi come l’alloro, il lauroceraso e la fotinia, questo servirà a rinforzarli e a garantire una migliore fioritura nella stagione primaverile.

Giardino a Novembre: talee, moltiplicazioni e trapianti

In questo periodo possiamo preparare le talee di alberi e arbusti, moltiplicare i gigli attraverso la separazione dei bulbi e trapiantare le erbacee biennali. Possiamo interrare i gigli a una distanza di circa 15cm tra loro con l’apice rivolto verso l’alto.

Ricordiamoci di ritirare le dalie, ormai esaurite, in un ambiente riparato dalle intemperie e dal freddo e cominciamo a preparare le bordure per le semine successive, preferendo delle posizioni ben soleggiate e riparate dal vento.

Giardino a Novembre: cosa posso piantare?

Nel mese di novembre, possiamo piantare i bulbi dei tulipani, gli arbusti a foglia caduca come l’ibisco, la magnolia, il cornus, oppure le rose rampicanti.

Se non è stato ancora fatto siamo ancora in tempo per piantare: crocus, margherite, giacinti, viole del pensiero, bocche di leone, piselli odorosi, anemoni, garofani, ranuncoli e papaveri autunnali.

Giardino a Novembre: come proteggere le piante

La protezione delle piante in questo periodo è fondamentale; acquistiamo o ritiriamo fuori teli in TNT e utilizziamo cortecce, foglie e paglia per pacciamare.

Le piante meno resistenti al freddo possono essere spostate all’interno della propria abitazione, se possibile, oppure inserite in serre, anche fai da te.

Alcune piante assolutamente da proteggere sono: le rose natalizie, le camelie, le fucsie e le piante ancora giovani.

 Hai bisogno di maggiori consigli sul tuo giardino e le operazioni per proteggerlo al meglio dalla stagione invernale? Contattaci!