lavori di giardinaggio di marzo

Giardinaggio di marzo: accogliamo così la Primavera!

Giardinaggio di marzo: accogliamo così la Primavera!

A marzo, tutto è pronto per accogliere la Primavera, la stagione in cui la natura rinasce e ci regala colori e profumi unici e indimenticabili!

La stagione sta per esplodere e così anche le tue piantea marzo dovrebbero essere pronte per riuscire ad affrontare questo eprioso dell’anno.

Giardinaggio di marzo: quali sono i principali lavori da fare?

  • Seminare le piante ornamentali: le piante ornamentali si seminano proprio in questo periodo dell’anno. Per poter seminare dovrai preparare il terreno con un concime ad hoc. Chi ha a disposizione solo qualche vaso nel balcone, dovrebbe iniziare a pensare fin da ora di riempire di terra e concime i vasi.
  • Potare le piante che ne hanno bisogno: potare le piante che sono presenti da molto tempo è obbligatoria nei lavori in giardino di marzo. La sola eccezione va fatta per le piante che fioriscono in primavera, che andranno poi potate con l’inizio dell’autunno.
  • Riporre a dimora i germogli: se con il freddo hai travasato alcune piante, ora è arrivato il momento che le piantine ritornino in pieno campo, per crescere sane e forti.
  • Raccogliere le piante che hanno portato frutto:  agrumi e alcuni tipi di piante portano frutto proprio in questo periodo dell’anno.

Giardinaggio di marzo: la potatura

Tra tutti i lavori di giardinaggio da eseguire a marzo, quelli di potatura sono tra i più delicati.

La potatura deve essere mirata tutto l’anno ma è proprio in questo mese che si fanno i lavori più importanti.

Presta maggiore attenzione soprattutto a quelle piante che saranno nel loro aspetto migliore in estate e a pinante ornamentali come le rose, che dovranno essere pronte prima dell’arrivo dei primi germogli.

Per svolgere questi lavori dovrai dotarti di pazienza e di tutti gli strumenti del caso.

Le piante che necessitano di una potatura più vigorosa, soprattutto se parliamo di siepi, sono: l’alloro, la fotinia e il lauroceraso.

Per darti una mano con i rami secchi, ricorda che devi partire dall’interno verso l’esterno. Oltre a tagliare i rami che risultano morti, dovrai tagliare anche i rami interni, che sono quasi attaccati e che possono creare dei grovigli.

La potatura è fondamentale per un corretto sviluppo della pianta, anzi: innesta una nuova crescita, più rigogliosa e più bella. Inoltre, se la pianta non è potata adeguatamente, si rischia di formare delle erbacce e che gli insetti nocivi abbiano un habitat stabile in cui diffondersi.

Ricorda invece che le piante da frutto, devono essere potate subito dopo la raccolta: in quel momento è più facile riconoscere quali sono le parti delle piante non produttive e, di conseguenza, estirpare quelle piante che creano problemi nel tuo giardino.

Giardinaggio di marzo: cosa si semina?

In questo periodo che precede la primavera, potrai dedicare del tempo per seminare di nuovo le piante.

Dopo aver eliminato erbacce e piante marcie, il tuo compito sarà quello di preparare il terreno per la semina.

Per farlo, travasa le piante prendendoti cura delle radici. Ora dovrai smuovere per bene il terreno, curandoti di inserire diverse tipologie di fertilizzanti, perchè ogni pianta necessita di un nutrimento specifico.

Al fine di ottenere deirisultati ottimali, utilizza il concime organico (letame), ma anche concimi che abbiano minerali essenziali per lo sviluppo delle tue piante, come ad esempio il fosforo, l’azoto e il potassio.

Prima di seminare ricordati di togliere eventuali pietre e inumidire il terreno.

Il terreno però non dev’essere completamente bagnato, altrimenti rischierete di formare del marciume localizzato.

Richiedi la mano di un esperto, e prenditi cura dei tuo giardino a febbario con Verde Impianti!

errori giardinaggio

Giardinaggio: 5 cose da evitare al tuo giardino

Giardinaggio: 5 cose da evitare al tuo giardino

Sono sempre di più coloro che come hobby scelgono il giardinaggio. Questa attività infatti è idelae per favorire il benessere delcorso e della mente, lasciando  libro sfogo alla creatività di ognuno, allontanando lo stress accumulato nella giornata.

Nonostante si riesca facilmente ad accostarsi ad un passatempo come questo, è importante sapere qualsi sono gli errori da evitare assolutamente, per far si che le proprie piante e il giardino riescano a crescere più rigogliosi e sani possibile.

Ti diamo quindi un elenco dei 5 errori da evitare assolutamente quando fai giardinaggio:

Non tutti possiedono il pollice verde, ma grazie alla passione e all’amore per il proprio giardino e le proprie piante, è possibile trasformarsi in giardinieri impeccabili. Perciò il primo errore da evitare e molto comune, è quello di eccedere con l’irrigazione: spesso abbiamo paura che le piante si possano seccare e morire di sete facilmente e per questo le persone tendono ad annaffiare in modo eccessivo, causando danni spesso irriparabili come i ristagni idrici e i marciumi radicali, che possono provocare anche la morte della pianta;

– Se non si conosce bene la tipologia di pianta che si acquista, rischiamo di sbagliare il tipo di esposizione alla luce richiesta. Infatti, se una pianta per vivere necessita di essere sempre a contatto con il sole, non possiamo pensare che possa soppravvivere in una stanza buia. Viceversa lo stesso per una pianta che ha bisogno di stare sempre all’ombra o lontana dall’esposizione diretta dei raggi solari;

– Un altro dettaglio che può sembrare spesso di poca importanza, riguarda la scelta del tipo di vaso: la regola generica è quella di segliere dei vasi che non siano troppo piccoli, in modo che le piante riescano a svilupparsi in modo adeguato nel loro naturale percorso di crescita;

– Attenzione ad esagerare con i pesticida perchè i risultati possono essere disastrosi. Molte piante infatti sono molto delicate per sopravvivere alle sostanze chimiche: è meglio utilizzare dei rimedi naturali, comunque molto efficaci e costano anche meno;

Non preparate bene il terreno: non serve solo comprare una pianta e metterla bene in un vaso o in un’aiuola. Occorre anche che il terreno sia preparaato al meglio per poterla accogliere. Com fare? è opportuno concimale utilizzando anche del compost naturale, per fare in modo che le piante possano crescere bene. Periodicamente fate assumere al terreno deic oncimi per poterlo nutrire nel modo corretto.

– Per concludere, coloro che hanno la fortuna di possedere un giardino, dovranno tenere bene a mente che se si mettono troppe piante una vicina all’altra si soffocheranno a vicenda, finendo per non cresere rigogliose come dovrebbero se avessero il giusto spazio vitale a disposizione;

Verde Impianti è una ditta di giardinaggio specializzata nella progettazione, realizzazione e manutenzione del tuo giardino.

Devi progettare il tuo giardino o semplicemente un aiuola? le tue piante hanno bisogno di essere potate? Verde Impianti è il tuo giardiniere di fiducia in tutta la provincia di Rovigo!

Per maggiori informazioni, non esitare a contattarmi!

 

Proteggere il giardino dal gelo invernale

Proteggere il giardino dal gelo invernale

La neve e il gelo questa settimana sono arrivati, ma che ne è del nostro giardino?

In questo periodo dell’anno, le nostre piante stanno attraversando la cosiddetta “fase dormiente”, ovvero stanno riposando in attesa del risveglio primaverile e anche se durante la stagione fredda non vediamo la loro “attività”, esse si stanno ricaricando, traendo quello che le serve dal terreno per superare l’inverno e prepararsi ad una nuova fase vegetativa prima della primavera.

Se però desiderate che il vostro prato resista al meglio al gelo dell’inverno e se volete essere certi che le piante riescano a superare il freddo per poi rifiorire con la primavera, ecco 6 consigli per non correre nessun rischio.

1. Proteggere il giardino dal gelo: irrigare sino alle prime gelate

Anche se le piante e l’erba necessitano di irrigazione soprattutto nelle ore più calde, è necessario dare acqua alle radici anche in autunno. Se abitate in zone con clima rigido, l’irrigazione dovrà essere del tutto sospesa con l’arrivo del gelo.

2. Proteggere il giardino dal gelo: utilizzare il pacciame per le radici

La pacciamatura è un valido alleato nella protezione delle piante. Grazie ad esso infatti si possono mantenere le giuste condizioni di umidità e temperatura del suolo proteggendo così l’apparato radicale delle varie specie coltivate nel giardino.

Così facendo si assicurerà il mantenimento del giusto livello di umidità del terreno e si potranno proteggere le radici da repentini e pericolosi sbalzi di temperatura.

3. Proteggere il giardino dal gelo: no ai fertilizzanti

Sconsigliamo di utilizzare sostanze fertilizzanti in questo periodo dell’anno. Esse vanno utilizzate solo a partire dalla primavera, per essere poi ridotte al minimo in estate e sospese del tutto all’inizio dell’autunno.

4. Proteggere il giardino dal gelo: proteggere i rami da neve e ghiaccio

Se abitate in una zona con inverni lunghi e freddi, è importante proteggere i rami delle vostre piante da eventuali precipitazioni nevose che potrebbero spezzarli con il loro peso.

Il peso del ghiaccio e della neve infatti può arrivare a spezzare le fronde delle piante, in modo particolare nel caso di agrifogli e conifere. Per evitare questo è consigliabile legare i rami al fusto delle piante con delle fascette o semplici corde, per poi liberarli appena il freddo sarà passato.

5. Proteggere il giardino dal gelo: coprite le piante più delicate

Per concludere consigliamo di mettere al riparo da venti freddi e gelate le piante più sensibili. Per questoè possibile creare una sorta di capanna intorno a queste specie utilizzando alcuni bastoni, poco più alti della pianta in questione, cu cui poggiare della iuta.

Attenzione però a non coprire la pianta intera, lasciatene sempre una parte libera, meglio la zona alta, in modo che possa ricevere sempre una certa quantità di luce.

Per maggiori consigli e per mantere al meglio il vostro giardino dal freddo, non esitare a contattare gli esperti di Verde Impianti