aiuole rialzate

Aiuole rialzate

Aiuole rialzate

Nei giardini piccoli le aiuole rialzate aiutano ad ottimizzare l’uso dello spazio. In quelli più grandi le aiuole strette costituiscono un attraente elemento di contorno.

L’aspetto elegante si adatta bene al design  di molti giardini moderni e, nelle zone in cui non è possibile procurarsi delle rocce adatte, un’aiuola rialzata rappresenta un buon sostituto del giardino roccioso.

Poiché il loro drenaggio è indipendente dal terreno sottostante, le aiuole si dimostrano molto utili nei giardini con terreni poco drenanti (come quelli argillosi, pesanti e umidi), inadatti alla coltivazione delle piante montane.

Inoltre è possibile regolarne le dimensioni in modo che possano accogliere una mini- serra mobile e permettere la coltivazione di specie particolari che necessitano di protezione dagli inverni troppo piovosi, senza limitare il flusso d’aria intorno alle piante.

Per costruire un’aiuola rialzata si possono usare vari materiali: mattoni, pietre a secco o traversine in legno della ferrovia.

SCHEMI PER AIUOLE RIALZATE

Le grandi aiuole rialzate si possono dividere in aree o settori separati usando in ognuno terricci diversi secondo le esigenze specifiche dei diversi gruppi di piante.

Sulla superficie del terriccio potete aggiungere delle rocce, per creare una varietà di consistenza, e delle nicchie verticali o fessure per determinati tipi di piante.

Le aiuole rialzate rettangolari offrono diverse esposizioni che consentono di inserire piante con esigenze diverse, sia nelle nicchie, sia nelle aree al sole oppure all’ombra.

Oltre a coltivare le piante nell’aiuola stessa, si possono sfruttare le pareti come nicchie, come si fa con le specie rampicanti fate crescere sui muri.

Scegliete piante che creino interesse man mano che la stagione avanza.

Le fitte rosette sempreverdi dell’Haberlea rhodopensis in primavera emettono getti di fiori a imbuto e possono essere seguite in estate dall’Aquilegia flagellata, un’alpina cespitosa che produce fiori campanulati azzurro tenue, ciascuno con i petali scanalati e un piccolo sperone.

Entrambe queste piante preferiscono la mezzombra e sono abbastanza piccole da poter stare in un’aiuola rialzata senza ingombrarla.

Per esposizioni più assolate, scegliete le specie compatte di Dianthus, come il D. alpinus e il D. “Bombardier”, insieme all’Erinus alpinus “Dr Hahnle” che ricade dalla parete di contenimento.

 

Per altre informazioni o richieste, Verde impianti è al vostro completo servizio!

contattaci

Lascia un commento