Giardinaggio luglio: come prendersi cura del verde in estate

Giardinaggio luglio: come prendersi cura del verde in estate

Cosa fare con il nostro giardino in piena estate? stiamo parlando dei lavori di giardinaggio luglio: quali sono i principali? su cosa dobbiamo concentrarci di più e soprattutto quali fiori e piante hanno più bisogno del nostro aiuto?

A luglio il nostro giardino è un’esplosione di colori, di profumi ma soprattutto di tanto lavoro, di cui il nostro spazio verde ha ancora bisogno.

Giardinaggio luglio: quali fare nel proprio giardino?

Luglio è un mese rovente e come noi abbiamo bisogno di acqua, anche il giardino ha bisogno di essere rinfrescato. Per questo vi consigliamo di annaffiare ogni 2-3 giorni il tappeto erboso, sia di primo mattino sia nel tardo pomeriggio, evitando così che i raggi solari possano bruciare l’erba.

Ricordatevi però di annaffiare soltanto quando il terreno è completamente asciutto le surfinie, le petunie, pervinche, gelsomini ecc… coltivate in vaso oppure nelle aiuole.

Se avete programmato un viaggio per le vostre vacanze estive, predisponete un’irrigazione automatica con il tempo e l’orario corretto per poter irrigare il tappeto erboso, le siepi, le aiuole e tutto ciò che ha bisogno di essere annaffiato!

Un altro consiglio che possiamo darvi, sempre se partite per le vacanze, è di mettere al riparo le piantine che potrebbero soffrire della troppa siccità, oppure fare uso di irrigatori ad acqua a lenta cessione: 1-2 per ogni vaso.

Giardinaggio luglio: la pacciamatura e le concimazioni

Al fine di evitare la troppa evaporazione danneggiando gli alberi, vi consigliamo di effettuare una pacciamatura intorno al tronco utilizzando erbe secche e foglie.

oppure concimare le piante utilizzando concimi liquidi mescolati con dell’acqua o con concimi granulari a lento rilascio.

CURE

  • Eliminare i fiori appassiti e i rametti secchi e cotnrollare lo stato di salute delle piante ed eventuali attacchi di parassiti e malattie fungine.
  • Effettuare tutti i trattamenti necessari;
  • Estirpare le erbace infestanti che sottraggono acqua ed elementi nutritivi dal terreno.

Giardinaggio luglio: i lavori di potatura

La potatura estiva, chiamata anche potatura verde è diversa da quella autunnale o primaverile.

La regola base della potatura consiste nel tagliare solo quando vi è un reale bisogno.

Che succede se si taglia troppo? si potrebbero perdere le sostanze nutritive perdendo così la fruttificazione.

La potatura a luglio va eseguita per le specie che hanno già fruttificato, come ad esempio il ciliegio, l’albicocco, il ribes, il lampone.

Dovremo quindi procedere eliminando tutti quei rami che hanno già fruttificato.

Giardinaggio luglio: le aiuole

Avete un’aiuola? allora sicuramente in questo momento starà traboccando di fioriture: tra le erbacee troviamo quelle di Coreopsis grandiflora, Echinacea purpurea e Rudbeckia fulgida, mentre tra le bulbose spiccano i fiori di agapanto, calla e gladiolo.

Mentre se volete approfittare di questo periodo per iniziare a riempire gli spazi vuoti delle aiuole, potete mettere a dimora le cosmee e le zinnie.

Per una corretta manutenzione, annaffiate regolarmente, una o due volte a settimana a seconda del clima e togliete le erbacce.

Volete un giardino a regola d’arte? contattate Verde Impianti e sarete soddisfatti!

giardinieri a rovigo e provincia

GIARDINIERI A ROVIGO E PROVINCIA: VERDE IMPIANTI

GIARDINIERI A ROVIGO E PROVINCIA: VERDE IMPIANTI

Se cerchi dei giardinieri a Rovigo e provincia rivolgiti a Verde Impianti, azienda di giardinaggio attiva in tutto il territorio di Rovigo, che dispone di giardinieri esperti che lavorano per enti, aziende e privati.

Verde Impianti è in grado di operare su giardini, parchi, aree verdi, intervenendo con il suo personale preparato ed attrezzato per ogni evenienza, occupandosi della potatura di alberi e siepi, della manutenzione dei giardini e delle aiuole, della falciatura dell’erba e offre inoltre l’installazione di impianti di irrigazione, progettati su misura in base alla tipologia del terreno e delle piante.

L’obiettivo di Verde Impianti è prima di tutto realizzare spazi verdi che diventeranno delle vere e proprie oasi di relax: pratiche e allo stesso tempo confortevoli e meravigliose.

Verde Impainti è composta da giardinieri a Rovigo e provincia, in modo particolare si occupa di trasformare in modo professionale il vostro giardino per renderlo finalmente lo spazio verde che desidera il cliente.

Verde Impianti avvalendosi delle più moderne tecniche pittoriche del fotoritocco digitale, esplora le possibilità artistiche del tuo giardino sia nella distribuzione dei volumi che nelle scelte botaniche da ornamento,offrendo la massima serietà e professionalità.

L’obiettivo principale di Verde Impianti è quello di creare un’ambientazione piccola o di grandi dimensioni, in armonia con la tua casa e l’ambiente circostante, al fine di realizzare un ambiente di pace e relax dove riposarsi con i propri cari.

Se cerchi dei giardinieri a Rovigo e provincia ecco cosa è in grado di fare Verde Impianti: ampi spazi, armonia, comfort, d’altronde il tuo giardino è lo spazio naturale della tua casa, perciò progettiamolo nel rispetto delle diverse esigenze individuali!

Ecco un esempio della progettazione giardini Rovigo con sviluppo planimetrico, ritocco fotografico e modellazione 3D: il tutto per far vedere al cliente il suo giardino prima e dopo gli appositi interventi di realizzazione e manutenzione delle aree verdi.

Con l’esperienza tecnica maturata e la creatività progettuale Verde Impianti trasforma ogni giardino in un angolo di paradiso per la tua casa.

Verde Impianti fornisce, con uno studio preliminare, un progetto di dettaglio per la realizzazione di spazi verdi di qualsiasi dimensione:

Attraverso software di modellazione innovativi, Verde Impianti esegue progettazione grafica planimetrica e tridimensionale. In particolare, l’elaborazione grafica a partire da una foto dello spazio da allestire permette di visualizzare un’idea, elaborarla e trovare la configurazione ottimale di progetto dello spazio verde da uno specifico punto di osservazione.

Giardinieri a Rovigo e provincia: le fasi di progettazione del giardino

Progettare un giardino richeide passione, precisione e dedizione. Ecco come Verde Impianti è in grado di realizzare il giardino che hai sempre sognato:

  • Lo studio preliminare: è fondamentale studiare bene le caratteristiche dell’area in cui si desidera intervenire;
  • La bozza del progetto: studiato il terreno e l’area del progetto, mi confronterò con te per conoscere il tuo gusto e le tue esigenze;
  • La simulazione fotografica: ora si procede alla simulazione fotografica, quella in cui potrai vedere come diventerà il tuo spazio verde, in questo modo potrai approvarlo o ppure apportare qualche modifica;
  • Il progetto definitivo.

Qualunque sia la vostra esigenza se cercate dei giardinieri a Rovigo e provincia, con Verde Impianti potete progettare il vostro giardino dei sogni in tempo reale e ottenere l’anteprima del vostro futuro giardino!

Richiedi ora i servizi di giardinaggio di Verde Impianti, giardinieri a Rovigo e provincia.

progettazione giardini rovigo

PROGETTAZIONE GIARDINI ROVIGO DI VERDE IMPIANTI

PROGETTAZIONE GIARDINI ROVIGO DI VERDE IMPIANTI

Verde Impianti è un’azienda sita a Villadose specializzata nella progettazione giardini Rovigo e nella realizzazione di spazi verdi di altissima qualità in base alle esigenze stilistiche del cliente: progettazione e realizzazione di giardini domestici privati, giardini pensili e verticali.

Vuoi progettare un giardino per la tua casa?

La fase di progettazione giardini Rovigo è fondamentale perché lo spazio sia ben organizzato in maniera tale che il cliente possa sfruttarlo secondo le sue esigenze. Unitarietà ed equilibrio, proporzionalità, spazialità. Il progetto del giardino deve essere concepito come un’opera unitaria stilisticamente coerente. Le preesistenze forniscono il punto di partenza per la scelta del linguaggio compositivo.

Occorre ricercare un rapporto proporzionale tra elementi costruiti e vegetali, in alzato questi ultimi non sono necessariamente alberi ma possono essere rampicanti o pareti verdi. Il giardino
per aumentare la propria spazialità deve armonizzare con il paesaggio limitrofo, i fondali prospettici non devo diventare barriere se l’intorno non deve essere mascherato.

progettazione giardini rovigo

Perchè è importante la progettazione giardini Rovigo?

  • Il verde mitiga gli effetti di degrado e gli impatti prodotti dalla presenza delle edificazioni e dalle attività dell’uomo, contribuisce a regolare gli effetti del microclima cittadino
    attraverso l’aumento dell’evapotraspirazione, modera picchi termici estivi con un effetto di“condizionamento”naturale dell’aria (depurazione chimica, fissazione gas tossici – di polveri, schermo antirumore).
  • Il verde ha un effetto di protezione e di tutela del territorio in aree degradate o sensibili (argini di fiumi, scarpate, zone con pericolo di frana, ecc), e viceversa la sua rimozione può in
    certi casi produrre effetti sensibili di degrado e dissesto territoriale.
  • La presenza di giardini, parchi, viali e piazze alberate consente di soddisfare un’importante esigenza ricreativa e sociale perché facilita l’incontro.
  • Le aree verdi svolgono una importante funzione psicologica ed umorale per le persone che ne fruiscono, contribuendo al benessere psicologico ed all’equilibrio mentale. Le aree verdi, siano esse naturali o artificiali, rappresentano un ecosistema complesso dove fattori come l’interazione tra specie vegetali selezionate e l’ambiente pedoclimatico determinano la riuscita di un progetto, senza trascurare le dinamiche relative alla fruizione. La conoscenza di questi effetti relazionali ha bisogno di una figura in grado di indirizzare le scelte progettuali al fine di ottenere un risultato apprezzabile sotto diversi aspetti: ornamentale, funzionale, ecologico e economico.

La bellezza di un giardino nasce da un’accurata progettazione: l’interpretazione dei luoghi, delle sensazioni e delle aspettative delle persone si traduce nella fase ideativa degli scenari, che istruita dai rilievi degli stati di fatto porterà alla progettazione esecutiva e alla relativa assistenza ai cantieri per favorire la realizzazione di giardini da sogno.

Per la progettazione del tuo giardino a Rovigo, affidati alla competenza dello staff di Verde Impianti, per scoprire insieme le soluzioni adatte a te.

PER LA PROGETTAZIONE GIARDINI ROVIGO, RIVOLGITI A VERDE IMPIANTI

come concimare un olivo

COME CONCIMARE UN OLIVO

COME CONCIMARE UN OLIVO CON VERDE IMPIANTI

Oggi noi di Verde Impianti vi vogliamo parlare di come concimare un olivo, una pianta tanto bella quanto bisognosa di cure e attenzioni.

L’olivo, come tutte le piante, ha bisogno della presenza di humus per crescere e non è necessario che le sostanzenutritive siano offerte nella forma più prontamente disponibile è bene perciò concimare con il letame maturo o con il composto poiché gli olivi hanno una lenta cessione degli elementi fertilizzanti.
In questo caso la vita microbica del terreno e il naturale contenuto in humus stabile sono importanti per una pronta disponibilità e una fertilità duratura. L’humus è, invece, un elemento equilibratore che trattiene sia le sostanze nutritive che l’umidità. Si è già ricordato come siano da escludere, per la coltivazione dell’olivo, i terreni fortemente acidi in cui, eventualmente, bisognerà apportare del calcio.

Per riscontrare carenze e problemi, è utile far eseguire da esperti come Verde Impianti, la diagnostica fogliare.

L’azoto è importante per l’accrescimento, la formazione difiori e frutti e per dare alla pianta sufficiente energia per contrastare gli attacchi parassitari. Se però non viene equilibrato con gli altri elementi fertilizzanti, può creare un inutilequanto dannoso squilibrio. La carenza di azoto si manifesta attraverso una crescita più ridotta, formazione di fioriimperfetti, produzioni scarse e alternate.
Al fosforo, il cui assorbimento è relativamente modesto, si riconosce lafunzione di regolazione della crescita essendo indispensabile nella divisione cellulare e nello sviluppo dei tessutimeristematici.
La carenza di fosforo, molto rara, si manifesta con effetti negativi sull’accrescimentoe sulla fruttificazione. Il potassio, che svolge un ruolo importante nei processi ossidativi energetici, è l’elemento che l’olivo consuma in maggior quantità. Se il terreno ne è carente, bisogna apportarne nella quantità occorrente.
Il potassio regola il consumo d’acqua della pianta ed è un elemento importante aifini di un aumento della resistenza agli eccessi oabbassamenti ditemperatura e ad alcune malattie fungine.
Le carenze di potassio sono poco frequenti e si manifestano,nei casi estremi,con necrosi degli apici delle foglie più vecchie edecolorazione della lamina fogliare.
Anche il calcioè un elementofondamentale per la crescita della pianta fino al punto che, una sua carenza determina, negli impiantigiovani, vistosifenomeni di rachitismo.
Gli oligoelementi o elementi in tracce non sono da trascurare. I più importanti sono il magnesio e il boro. Nel letame e nel composto organico, specialmentese vi sono incorporate molte erbe e foglie, sono contenuti tuttima si possono riscontrare, occasionalmente, carenze di boro, zinco, magnesio ecc.
I suoli italiani sono abbastanza ricchi di oligoelementi, perciò, può essere sufficiente integrare il letame e il composto con modeste quantità di ammendanti specifici.

PER CURARE AL MEGLIO LE TUE PIANTE, RIVOLGITI A VERDE IMPIANTI

come concimare le piante

COME CONCIMARE LE PIANTE

COME CONCIMARE LE PIANTE

Oggi scopriamo come concimare le piante per farle crescere in modo sano e naturale. Concimare le piante è una pratica alla portata di tutti e in questo articolo di Verde Impianti troverete tutte regole da rispettare su come concimare le piante a regola d’arte.

Tutte le piante, hanno bisogno della presenza di humus per crescere e non è necessario che le sostanze nutritive siano offerte nella forma più prontamente disponibile, è bene perciò concimare con il letame maturo o con il composto poiché essi hanno una lenta cessione degli elementi fertilizzanti.
In questo caso la vita microbica del terreno e il naturale contenuto in humus stabile sono importanti per una pronta disponibilità e una fertilità duratura. L’humus è, invece, un elemento equilibratore che trattiene siale sostanze nutritive che l’umidità.
L’azoto è importante per l’accrescimento, la formazione difiori e frutti e per dare alla pianta sufficiente energia per contrastare gli attacchi parassitari. Se però non viene equilibrato con gli altri elementi fertilizzanti, può creare un inutilequanto dannoso squilibrio.
La carenza di azoto si manifesta attraverso una crescita più ridotta, formazione di fiori imperfetti, produzioni scarse e alternate. Al fosforo, il cui assorbimento è relativamente modesto, si riconosce la funzione di regolazione della crescita essendo indispensabile nella divisione cellulare e nello sviluppo dei tessutimeristematici.
La carenza di fosforo, molto rara, si manifesta con effetti negativi sull’accrescimento e sulla fruttificazione. Il potassio, che svolge un ruolo importante nei processi ossidativi energetici, è l’elemento che l’olivo consumainmaggior quantità.
Se il terreno ne è carente, bisogna apportarne nella quantità occorrente. Il potassio regola il consumo d’acqua della pianta ed è un elemento importante ai fini di un aumento della resistenza agli eccessi o abbassamenti di temperatura e ad alcune malattie fungine. Le carenze di potassio sono poco frequenti e si manifestano, nei casi estremi, con necrosi degli apici delle foglie più vecchie edecolorazione della lamina fogliare. Anche il calcio è un elemento fondamentale per la crescita della pianta fino al punto che, una sua carenza determina, negli impianti giovani, vistosi fenomeni di rachitismo.
Gli oligoelementi o elementi in tracce non sono da trascurare. I più importanti sono il magnesio e il boro.
Nel letame e nel composto organico, specialmente se vi sono incorporate molte erbe e foglie, sono contenuti tutti ma si possono riscontrare, occasionalmente, carenze di boro, zinco, magnesio ecc. I terreni italiani sono abbastanza ricchi di oligoelementi, perciò, può essere sufficiente integrare il letame e il composto con modeste quantità di ammendanti specifici.
Per riscontrare carenze e problemi delle piante, altrimenti non visibili, è utile far eseguire, presso appositi laboratori, la diagnostica fogliare.

Per la manutenzione giardini Rovigo contatta Verde Impianti!