potatura delle rose

Potatura delle rose: come farla nel modo corretto

Potatura delle rose: come farla nel modo corretto

Se quello che vogliamo ottenere è un roseto rigoglioso con delle rose dai colori brillanti e grandi, l’azione indispensabile da fare è la potatura delle rose.

La potatura serve alla pianta per mantenersi in buona salute eliminando i rami vecchi e improduttivi, donandole una forma esteticamente armoniosa e un vigore nuove.

Bisogna però considerare il fatto che questa è un’azione delicata e non basta tagliare in qua e in là sperando poi di ottenere un roseto rigoglioso.

Come possiamo eseguire quindi la potatura delle rose in maniera corretta? e in quale periodo dell’anno è preferibile potare il nostro roseto?

Qui troverai tutte le risposte alle tue domande.

Quando effettuare la potatura delle rose

Non esiste un periodo giusto in cui potare, perché bisogna  tener conto di due fattori importanti: la varietà della pianta e il clima in cui cresce.

La potatura va eseguita nei periodi di riposo vegetativo, i quali coincidono con il periodo di tempo dall’inizio alla fine dell’inverno.

Nei paesi più freddi però, il momento migliore è quello precedente all’inizio della stagione primaverile, quando le gelate non sono più in agguato e non possono danneggiare la pianta.

Nelle zone più calde invece, il clima permette la potatura  verso la fine dell’autunno, evitando di potare in periodi successivi in quanto la rosa potrebbe aver già ripreso la sua attività vegetativa con nuovi germogli.

Durante l’anno si potrà comunque intervenire  rimuovendo il fogliame, i rami secchi e i fiori appassiti, prima che essi producano i frutti, i quali potrebbero ostacolare un eventuale altra fioritura provocando l’indebolimento della pianta.

Come eseguire la potatura delle rose

Come prima cosa vanno recisi i rami morti, deteriorati o spezzati, per non ostacolare lo sviluppo della pianta.

Si privilegeranno 5-6 rami tra quelli più forti, recidendoli ad un’altezza di circa 25-30 centimetri dal suolo, con un taglio netto e deciso da praticare al di sopra della quarta o quinta gemma a partire dal basso.

Il taglio deve essere obliquo, in questo modo potremo favorire il defluire dell’acqua, con inclinazione apposta a quello della gemma.

Con cosa eseguire la potatura delle rose

L’operazione deve essere eseguita con cesoie ben affilate per eseguire tagli netti e non sfilacciare il ramo. Questo ostacolerebbe la cicatrizzazione della ferita aumentando le probabilità che la pianta possa incorrere in infezioni o malattie.

Lo strumento, per lo stesso motivo, dovrà essere sterilizzato ogni volta andremo a tagliare la pianta, riducendo il rischio di contagi.

Provate a seguire questi piccoli accorgimenti e vedrete che le il vostro roseto crescerà più rigoglioso di prima con fiori ancora più brillanti! Per maggiori informazioni:

Acconsento al trattamento dei miei dati

Ai sensi del d.lgs n.196/03 i dati personali inviati saranno utilizzati in conformità col regolamento italiano.
I dati raccolti non saranno comunicati a terzi. Ai sensi dell'articolo 7 dlgs 196/03 è possibile avere accesso ai suoi dati e chiedere la cancellazione o la modifica all’iscrizione.

Lascia un commento