errori giardinaggio

Giardinaggio: 5 cose da evitare al tuo giardino

Giardinaggio: 5 cose da evitare al tuo giardino

Sono sempre di più coloro che come hobby scelgono il giardinaggio. Questa attività infatti è idelae per favorire il benessere delcorso e della mente, lasciando  libro sfogo alla creatività di ognuno, allontanando lo stress accumulato nella giornata.

Nonostante si riesca facilmente ad accostarsi ad un passatempo come questo, è importante sapere qualsi sono gli errori da evitare assolutamente, per far si che le proprie piante e il giardino riescano a crescere più rigogliosi e sani possibile.

Ti diamo quindi un elenco dei 5 errori da evitare assolutamente quando fai giardinaggio:

Non tutti possiedono il pollice verde, ma grazie alla passione e all’amore per il proprio giardino e le proprie piante, è possibile trasformarsi in giardinieri impeccabili. Perciò il primo errore da evitare e molto comune, è quello di eccedere con l’irrigazione: spesso abbiamo paura che le piante si possano seccare e morire di sete facilmente e per questo le persone tendono ad annaffiare in modo eccessivo, causando danni spesso irriparabili come i ristagni idrici e i marciumi radicali, che possono provocare anche la morte della pianta;

– Se non si conosce bene la tipologia di pianta che si acquista, rischiamo di sbagliare il tipo di esposizione alla luce richiesta. Infatti, se una pianta per vivere necessita di essere sempre a contatto con il sole, non possiamo pensare che possa soppravvivere in una stanza buia. Viceversa lo stesso per una pianta che ha bisogno di stare sempre all’ombra o lontana dall’esposizione diretta dei raggi solari;

– Un altro dettaglio che può sembrare spesso di poca importanza, riguarda la scelta del tipo di vaso: la regola generica è quella di segliere dei vasi che non siano troppo piccoli, in modo che le piante riescano a svilupparsi in modo adeguato nel loro naturale percorso di crescita;

– Attenzione ad esagerare con i pesticida perchè i risultati possono essere disastrosi. Molte piante infatti sono molto delicate per sopravvivere alle sostanze chimiche: è meglio utilizzare dei rimedi naturali, comunque molto efficaci e costano anche meno;

Non preparate bene il terreno: non serve solo comprare una pianta e metterla bene in un vaso o in un’aiuola. Occorre anche che il terreno sia preparaato al meglio per poterla accogliere. Com fare? è opportuno concimale utilizzando anche del compost naturale, per fare in modo che le piante possano crescere bene. Periodicamente fate assumere al terreno deic oncimi per poterlo nutrire nel modo corretto.

– Per concludere, coloro che hanno la fortuna di possedere un giardino, dovranno tenere bene a mente che se si mettono troppe piante una vicina all’altra si soffocheranno a vicenda, finendo per non cresere rigogliose come dovrebbero se avessero il giusto spazio vitale a disposizione;

Verde Impianti è una ditta di giardinaggio specializzata nella progettazione, realizzazione e manutenzione del tuo giardino.

Devi progettare il tuo giardino o semplicemente un aiuola? le tue piante hanno bisogno di essere potate? Verde Impianti è il tuo giardiniere di fiducia in tutta la provincia di Rovigo!

Per maggiori informazioni, non esitare a contattarmi!

 

giardinaggio a febbraio

Preparare il giardino alla Primavera: cosa fare a febbraio

Preparare il giardino alla Primavera: cosa fare a febbraio

Il mese di febbraio è ancora invernale ma per il nostro giardino è un momento davvero magico, pieno di cose da poter fare e di fermento.

La primavera è alle porte e sono rpoprio queste le settimane utili per prepararci al meglio al suo arrivo.

Che tu sia in possesso di un grande giardino, un piccolo terrazzo o un mini balcone, nulla cambia… è arrivato i momento di rimboccarsi le maniche e prendersi cura del giardino prima della primavera!

Ecco tutto quello che devi sapere sui lavori da fare per preparare il giardino alla Primavera:

-PULIZIA: la prima cosa da fare nel vostro giardino è pulire. Armatevi quindi di guanti, cesoie e rastrello e rimuovete tutto ciò che la stagione autunnale e invernale ha portato con sè: foglie morte, rami secchi o rotti dalle intemperie e pacciamature, dovranno essere portati via per lasciare il giusto spazio ai nuovi germogli.

-POTATURE: febbraio è un mese importante per la potatura delle piante che fioriranno in primavera. Tra queste le rose, l siepi e altre piante da fuore che producono boccioli sui rami nuovi, dovranno essere potate ora o mai più!

-SEMINE: Sono davvero tante le piante che possono essere seminate nel mese di Febbraio, anche se la maggior parte di esse ancora nel semenzaio riparato. Un piccolo esempio? la bocca di leone, la calendula, la dalia, i garofani, nasturzi, petunie, portulaca, primule e infine viole. In un paio di settimane otterrete decine di piccole piante da fiore, pronte per il giardino o per il terrazzo.

-PIANTAGIONI: se nella tua zona il clima non è troppo freddo e sei sicuro che non ci saranno più gelate, puoi iniziare a piantare i primi arbusti e le rose.

-IL RINVASO: per le piante d’appartamento questo è il momento migliore per rinvasare. Opta sempre per contenitori più grandi di quelli da sostituire e prepara un terriccio ricco e di qualità che sia in grado di nutrire nel migliore dei modi la pianta in questo momento di passaggio.

Come abbiamo detto il mese di febbraio è l’ideale per la potatura della maggior parte delle piante. Ecco le 4 regole di base:

1. Pulizia: Prima di tutto è utile ripulire la pianta da tutti i rami secchi e malati. Dobbiamo eliminare anche i “polloni”, ovvero quei rami cresciuti sotto l’innesto che non fanno altro che portare via energie alla pianta.

2. Rami paralleli: molte volte succede che negli alberi da frutto vi siano rami che partono circa dallo stesso punto con una crescita parallela.

In questi casi dobbiamo scegliere uno dei 2 rami ed eliminare l’altro. In questo modo assicuriamo lo spazio necessario per la crescita di nuovi rametti e di nuovi frutti.

3. Rami che si incrociano: anche quando due rami si incrociano, dobbiamo fare la scelta di eliminare uno dei due. Lasciando quello che punta verso l’esterno della pianta.

4. Rami che crescono verso l’interno della chioma: è importante anche eliminare i rami che stanno crescendo vero l’interno della chioma. Questo perchè, verso l’interno della chioma arriva meno sole, non riuscendo a realizzare bene la fotosintesi. Soprattutto l’assenza di luce non permette di far maturare i frutti.

Richiedi la mano di un esperto, e prenditi cura dei tuo giardino a febbario con Verde Impianti!

LE APP PER IL GIARDINAGGIO PER PRENDERTI CURA DELLE TUE PIANTE

LE APP PER IL GIARDINAGGIO PER PRENDERTI CURA DELLE TUE PIANTE

LE APP PER IL GIARDINAGGIO PER PRENDERTI CURA DELLE TUE PIANTE

Nonostante sia ancora inverno, Verde Impianti S.n.c. pensa già alla primavera, al risveglio, alla natura che rinasce e quindi al vostro giardino e/o orto, troppo a lungo dimenticati durante la stagione fredda.

Verde Impianti S.n.c. non vede l’ora di rivederlo rigoglioso, colorato, accogliente. Se non avete il pollice verde per mettervi alla prova con piante, alberi, fiori e orto, ecco delle app per il giardinaggio che vi aiuteranno a prendervi cura delle vostre piante.

Allora ecco qui una serie di app per il giardinaggio, per capire cosa seminare e quando, cosa acquistare e soprattutto come curare le piante dei nostri spazi outdoor, senza perdere un colpo!

  • App per il giardinaggio: Smart Plant App ti insegnerà innanzitutto a riconoscere e classificare piante e fiori. E poi anche insetti infestanti, parassiti e malattie (sono presenti anche molte foto di altri utenti con i quali puoi confrontarti), che possono colpire le tue piccole creature verdi, per aiutarti a debellarle intervenendo nella maniera corretta.

 

  • App per il giardinaggio: Pollice Verde. Per Android, Gratis con le funzionalità di base, 1,20 euro con qualche plus. Questa applicazione cataloga un sacco di specie di piante, alberi da frutto ed erbe aromatiche, con consigli su come curarle, il meteo, la possibilità di calendarizzare, consigliare e avvertire circa quando seminare, innaffiare e concimare.

 

  • App per il giardinaggio: Moon & Garden è un’applicazione tutta particolare, che ti consiglierà circa la cura delle tue piante secondo l’influenza della luna. Con una sezione per foto, appunti e previsioni meteo. Gratis per iOS  e Android.

 

  • App per il giardinaggio: Garden Designer invece, disponibile sia per iOS che per Android, è tutta concentrata proprio sull’aspetto estetico del tuo giardino, da progettare e pianificare con oltre 800 oggetti da collocare e spostare (per vedere l’effetto che fa…), anche tenendo conto della posizione e dell’esposizione al sole del tuo giardino e/o terrazzo e/o piccolo-balcone-ma-molto-fiorito.

 

  • App per il giardinaggio: Tomappo orto facile è tutto dedicato al tuo orto domestico. Con calendario lavori, schede dettagliate sugli ortaggi e i migliori metodi di coltura. E la possibilità di impostare degli alert per ricordarti tutto ciò che c’è da fare per seguire l’orto al meglio.

 

  • App per il giardinaggio: Idee Orto è una app molto carina e gratis per Android, che ti aiuterà a disporre le piante del tuo orto in modo non convenzionale, seguendo schemi particolari, disegni, e dandoti inoltre consigli sul design e su particolari come le bordature e i vasi.

 

  • App per il giardinaggio: Garden Manager, per Android, è la app perfetta se oltre ad amare il verde, ami anche la condivisione sui social. Perchè ti organizza ovviamente il calendario in base a semine, annaffi e concimi vari, ma ti permette anche di condividere in tutta felicità i progressi delle tue creature e dei tuoi sforzi polliciosi.

Valorizza il tuo giardino con Verde Impianti S.n.c.!

Il giardinaggio migliora l’umore e il benessere ed ecco perché

Il giardinaggio migliora l’umore e il benessere ed ecco perché

E’ stato confermato da uno studio dell’Università dell’Alabama, pubblicato poi dal Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics: dedicarsi ad attività come il giardinaggio porta benefici sia a livello fisico che psicologico, facendo consumare più frutta e verdura.

Secondo lo studio coordinato da Wendy Demark-Wahnefried, chi si occupa di un orto o di giardinaggio, oltre che a raggiungere una gratificazione personale (aiutando a livello psicologico), avrebbe benefici anche a livello di miglioramento della dieta e un aumento nell’attivitò fisica.

Per condurre questo studio, i ricercatori hanno scelto 42 persone uscite sane e salve da un cancro e la metà partecipare ad un programma di giardinaggio di un anno.

I partecipanti avevano un’età pari o superiore ai 60 anni e ricevuto una diagnosi di tumore localizzato in fase intermedia o iniziale e con alte probabilità di sopravvivenza.

Il giardinaggio che migliora il benessere: L’ESPERIMENTO

Per l’esperimento, alla metà delle persone scelte per dedicarsi all’attività di giardinaggio, è stato procurato tutto l’occorente indispensabile per curare ben tre orti stagionali.

Prima e dopo l’esperimento, i ricercatori hanno valutato fattori come: la dieta, test su forza ed equilibrio ed esami del sangue con marcatori di stress e salute in generale.

Ma non solo, a tutti i partecipanti sono state sottoposte una serie di domande misurando i livelli di stress, qualità di vita e stato mentale.

Il giardinaggio che migliora il benessere: I RISULTATI DELL’ESPERIMENTO

Cosa si è scoperto alla fine dell’esperimento? alla fine i ricercatori dell’Università, hanno scoperto che la metà che si dedicava al giardinaggio stagionale, mediamente mangiavano una porzione di frutta e verdura in più al giorno.

Dalle analisi del sangue inoltre è emersa una presenza di livelli più bassi di marcatori di stress.

In conslusione

Tra la metà delle persone che si dedicavano all’orto, il 91% ha aderito al programma, il 70% ha considerato l’esperienza “eccellente” e l’85% ha affermato che sarebbe disposto a farlo ancora una volta.

“Ai pazienti che sopravvivono a un cancro, soprattutto quelli più anziani, cerchiamo di consigliare un cambiamento verso uno stile di vita più sano”, dice Demark-Wahnefried. “Possiamo esortarli ad andare in palestra o a mangiare meglio, ma vorremmo qualcosa che sia gratificante a lungo termine. Con il giardinaggio abbiamo centrato questo obiettivo”.

Il giardinaggio migliora l’umore, Verde Impianti migliora il tuo giardino

Per prenderti cura del tuo giardino devi prima avere una buona base: Verde Impianti nasce dall’esperienza diretta sul campo affiancata ad una continua formazione e ricerca di moderne e innovative tecniche di progettazione, realizzazione e manutenzione di opere a verde.

Si eseguono progettazione, realizzazione e manutenzione del verde di ogni forma, dal terrazzo al piccolo giardino, al parco, alle aree verdi commerciali.

Per progettare e realizzare al meglio il tuo giardino o parti di esso, rivolgiti alla passione di Verde Impianti!

Il giardinaggio in inverno: quali sono i lavori da eseguire?

Il giardinaggio in inverno: quali sono i lavori da eseguire?

I lavori da eseguire nel vostro giardino devono seguire fedelmente l’andamento del calendario, ogni lavoro e azione che si compie sulla terra deve essere eseguita nel momento opportuno, in modo da non rendere inutile o, ancora peggio, danneggiare, il lavoro fatto nel giardino.

Esistono piante sempre verdi per chi non ha proprio il pollice verde, utili da collocare nei vostri balconi.

Chi invece ama lavorare in giardino sa la soddisfazione che donano i fiorellini e le foglie che spuntano a seguito di un lavoro  fatto di costanza e fatica, al fine di mantenere sempre rigoglioso un giardino o un terrazzo.

Se l’estate è la stagione in cui vediamo fiorire i nostri frutti, l’inverno è proprio il momento in cui la terra va lavorata, in cui vanno gettati i semi e vengono curate le piante già nate: azioni diverse per ogni pianta in nostro possesso.

L’autunno e l’inverno sono due stagioni che possono mettere a dura prova la salute del vostro giardino, ecco quindi il giardinaggio in inverno da eseguire per curare e mantenere al meglio lo spazio verde durante la stagione fredda.

Giardinaggio in inverno: 6 cose da fare per proteggere il nostro verde

1. LAVORARE LA TERRA

Il periodo migliore per la lavorazione della terra è la primavera, proprio quando le temperature diventano più alte e non c’è più il pericolo delle gelate.

Anche l’autunno consente di lavorare la terra, la cosa importante è invece che non sia troppo imbevuto di acqua, specialmente dopo forti piogge.

Perciò approfitta di pomeriggi autunnali soleggiati per smuovere la terra.

2. LA SEMINA

Per i lavori di semina, sono fondamentali le temperature miti, soprattutto in pieno campo. Potete approfittare dei giorni soleggiati autunnali oppure attendere la primavera, anche se è bene seminare da ottobre in poi.

3. TRAPIANTARE LE PIANTE

Le stagioni di mezzo come la primavera e l’autunno sono perfette per l’estirpazione e la collocazione delle piante.

In particolare in autunno e fino alla fine di novembre, sono lavori che possono essere eseguiti su aceri, querce, tigli, olmi, frassini e conifere.

In primavera, potrete occuparvi degli alberi da frutto, dei sempreverdi e delle piante tipiche del mediterraneo.

4. IL DISERBO

Soprattutto quando le temperature sono comrpese tra i 13 e i 15 gradi, è arrivato il momento di diserbare: autunno e primavera sono quindi i periodi più opportuni per compiere questo lavoro in giardino.

5. LA POTATURA

Vi consigliamo poi di non potare mai in inverno o con la calura estiva (temperature troppo calde o troppo fredde), potreste solo far soffrire le vostre piante.

Il momento perfetto della potatura va da settembre a novembre e ancora poi da marzo a maggio.

6. LA CONCIMAZIONE

Così come la potatura vale anche la concimazione: le stagioni di mezzo sono preferite ed è meglio evitare i rigori del freddo o dell’afa estiva.

Per i lavori di giardinaggio in inverno è meglio affidarsi a degli esperti: Verde Impianti è il giardiniere di Rovigo punto di riferimento per chi vuole fare del proprio giardino un paradiso verde!