aloe vera

Come coltivare l’aloe vera in giardino

Come coltivare l’aloe vera in giardino

Coltivare una pianta officinale è fonte di grande soddisfazione, perché le cure che dedichiamo al nostro arbusto vengono ricompensate con altrettante cure: quelle che le sue proprietà benefiche dispenseranno al nostro organismo.
L’aloe vera è una pianta carnosa arbustiva perenne che appartiene alla famiglia delle Aloeacee e cresce principalmente dove c’è un clima caldo e secco. L’aloe vera è una pianta ricca di proprietà curative, in quanto le sue foglie conservano al loro interno una sostanza gelatinosa dalle encomiabili caratteristiche.
Questo straordinario gel è utilizzato nelle faccende più disparate. Se ad esempio dopo una rilassante vacanza al mare la vostra pelle riporta una brutta scottatura, potete applicare una preparazione a base di aloe vera sulla zona interessata. Può essere un ottimo rimedio anche contro la forfora.
Il gel di aloe vera può essere utilizzato persino come gel per modellare la nostra acconciatura e come balsamo da utilizzare però prima dello shampoo in caso di capelli particolarmente stressati, per la sua capacità di legarsi in maniera salda alla cheratina.
Per arrossamenti, ma anche per tonificare la nostra pelle, non esiste impacco migliore. Se un insetto ci punge, o la depilazione e la rasatura lasciano antipatici segni sulla nostra cute, ecco che l’aloe vera viene in nostro aiuto. Inoltre, è un catalizzatore per il riassorbimento di cicatrici, velocizzando il processo di scomparsa e migliorandone l’aspetto durante la cura. Possiamo affidarci all’aloe vera per prevenire e combattere l’acne cronica o periodica, per alleviare i dolori muscolari, per curare il mal di testa se applicato sulla nuca e sulle tempie.
Se desiderate provare un nuovo dentifricio naturale, cosa state aspettando? L’aloe vera serve anche a questo!Il genere aloe conta alcune centinaia di specie di piante succulente, diffuse in natura in Africa, nel bacino mediterraneo e in gran parte delle zone mediorientali.
Sapevate che l’aloe è ottima anche per cucinare? Si possono preparare deliziosi dolci e gustose bevande grazie ai suoi estratti. Le ricette più diffuse sono tortino con gelato all’aloe vera o elisir e cocktail energizzanti. Anche nella cosmesi questa pianta è molto diffusa, grazie alla capacità di penetrazione fino agli strati più profondi della pelle, e ai suoi principi attivi stimolanti, emollienti, usati tanto per la cura della cute quanto quella dei capelli.
Ha proprietà idratanti, data la capacità dei mucopolisaccaridi di trattenere acqua, dunque risulta molto efficace nel trattamento di pelli disidratate. Usata dopo la depilazione, ha proprietà lenitive e calmanti. E’ adatta alla pulizia delle pelli acneiche per la rimozione di impurità. Insomma, è una pianta formidabile, dai mille usi e proprietà.

Ma passiamo adesso ad analizzare le modalità e le tecniche per coltivare direttamente in casa nostra questa straordinaria pianta. Ovviamente dobbiamo sincerarci di poter disporre delle migliori condizioni possibili affinché il nostro arbusto non soffra e possa crescere al meglio delle proprie potenzialità. Innanzi tutto, come abbiamo detto all’inizio, l’aloe vera necessita di un clima caldo e secco, per cui il luogo deputato alla sua crescita sarà soleggiato.

Esistono due metodi principali per la coltivazione di questa pianta. Nel primo i germogli laterali dell’aloe vera (talee) vengono recisi durante il periodo estivo e in seguito riposti ad asciugare in un luogo buio per due o tre giorni, oppure disponendoli direttamente in un recipiente con appositi ormoni radicanti per talee.

Il secondo metodo consiste nella moltiplicazione da seme. I semi devono essere disposti a marzo in vasi colmi di terriccio specifico per piante grasse. La temperatura esterna deve aggirarsi tra i venti e i ventuno gradi: brusche variazioni oppure una temperatura inferiore a quella prevista potrebbero compromettere l’effettiva fioritura dei germogli.

Vuoi affidarti a degli esperti di giardinaggio? Rivolgiti a Verde Impianti!

Tipologie di Siepi

Tipologie di Siepi

Al mondo esistono varie tipologie di siepi e una grande varietà di piante che vengono utilizzate per formarle.

La migliore tipologia di siepe dipende solo da voi, dal vostro gusto e da cosa volete ottenere. Dalle piccole siepi a quelle alte 6 metri, le tipologie di siepi si possono distinguere in:

  • Siepi a foglie caduche: non sono sempreverdi e perdono le foglie nel corso degli anni o durante il periodo invernale. Di questa tipologia fanno parte: l’acero campestre, il carpino, il biancospino, il faggio, il ligustro, le ortensie, la rosa canina ed il lillà.

 

Tipologie di siepi Verde Impianti

  • Siepi Sempreverdi: come afferma il nome, queste siepi sono accompagnate dalla continua presenza di foglie durante l’anno. è un vantaggio perchè permettono il verde 365 giorni l’anno. Lo sono: il bosso, l’agrifoglio, l’edera, il lauroceraso, la pyracantha ed il rododendro.Foto: siepe sempreverde
  • Siepi Conifere: sono siepi particolarmente apprezzate perchè sono anch’esse piante sempreverdi, coprenti e a misura di bambino o animale domestico. Le principali sono: cipresso di Lawson e di Leyland, la thuia, il tasso e la metasequoia. Ideali per aree pubbliche o giardini privati.Foto: siepe conifera
  • Siepi Rampicanti: questa tipologia di siepe è costituita da una griglia o steccato sulla quale viene fatta crescere una pianta rampicante come può essere l’edera o il caprifoglio. L’effetto che saranno in grado di creare la clematide, l’edera, il caprifoglio, l’hardenbergia violacea ed il falso gelsomino, alcuni dei quali vi regalano gemme e fiori, sarà strabiliante, per non parlare della duplice azione di protezione e decorazione che svolgeranno.

Ognuna di queste tipologie di siepi deve essere sottoposta ad un trattamento regolare di potatura.

Verde Impianti è specializzata in questo servizio da anni, ed è a tua completa disposizione!

richiedi-preventivo giardinaggio

erbe da coltivare

Erbe da coltivare in terrazzo

Erbe da coltivare in terrazzo

Avete sempre avuto il desiderio o la voglia di sapere quali erbe puoi coltivare a casa tua, o meglio ancora nel tuo terrazzo per averle sempre a portata di mano? bene, la ditta di giardinaggio Verde impianti vi illustra alcune tipologie di erbe da coltivare:

  • Le erbe aromatiche, graziose, fragranti e saporite, sono facili da coltivare e da mantenere in vaso;
  • La coltivazione in contenitore è ideale anche per grandi terrazzi, cortili e giardini, perchè permette di utilizzare i vasi di erbe profumate per creare punti di interesse;
  • Nonostante la loro origine spesso mediterranea o di paesi caldi, le erbe aromatiche perenni resistono bene in vaso anche nell’Italia settentrionale e sulle Alpi, sino a circa 1000 m d’altitudine. Il fattore- chiave è il sole: quasi tutte hanno bisogno di almeno 3-4 ore d’insolazione giornaliera. Fanno eccezione l’origano, sensibile al gelo e quindi da rinnovare ogni anno, e le diverse specie e varietà di menta (piperita, mentuccia, calaminta, nepitella ecc..) che vivono anche nell’ombra.
  • Erbe da coltivare come menta, maggiorana, finocchio selvatico e altre si difendono dal freddo invernale perdendo la parte aerea, per poi emettere nuovi germogli a primavera (nelle zone alpine si comportano invece da stagionali e i  vasi vanno quindi rinnovati ogni anno).
  • Per altre erbe aromatiche perenni come rosmarino, lavanda, salvia ecc.., al centro-nord sono necessari in inverno una protezione di foglie secche alla base degli steli e un involucro di plastica o, meglio, di velo non- tessuto.
  • Se disponete di una serra (va bene anche un piccolo modello da balcone), trasportate i vasi al suo interno; oltre a proteggere le piante dal gelo, la serra ripara dalla polvere e dallo smog invernale.
  • Erbe da coltivare annuali come il basilico, vivendo solo per il breve spazio della bella stagione, si adattano al nord come al sud. Doverle riseminare o ricomprare in primavera può essere una buona occasione per variare l’assortimento provare ogni anno specie e varietà diverse, sperimentando anche quelle insolite e decorative come il basilico a foglia rossa.

Se avete bisogno di orientarvi meglio con le erbe da coltivare, La ditta di giardinaggio di Rovigo Verde Impianti è a tua completa disposizione:

contattaci

tipologie di giardino

Tipologie di giardino

Tipologie di giardino

Esistono varie tipologie di giardino che si possono realizzare: il giardino alla francese, il giardino mediterraneo, il giardino giapponese, il giardino all’italiana e il giardino all’inglese. Ognuno con le sue particolarità che lo caratterizzano. Analizziamo di seguito ogni tipologia di giardino.

GIARDINO ALLA FRANCESE

Il Giardino alla francese è famoso e conosciuto per la spettacolarità cui si presenta ai visitatori: ampi corsi e viali delimitati da siepi e piante coreografiche ben precise e soprattutto, si evidenzia la presenza di fontane e strutture simili al fine di abbellire e decorare il giardino stesso. Inoltre, l’inserimento e la disposizione di alberi e piante non avviene a caso, ma è ben studiata e ideata con uno schema ben preciso, tutto è  accurato e studiato nel minimo dettaglio.

il giardino alla francese

GIARDINO MEDITERRANEO

La caratteristica maggiore che evidenzia un giardino mediterraneo è sicuramente la presenza di un’ampia varietà di piante tutte colorate e diverse fra loro. Il colore e la vitalità che si nota al primo sguardo sono peculiarità tipiche di questo genere di giardino, il quale richiede che la vegetazione sia disposta con naturalezza, che si segua un normale e decorso della natura; non si ha l’esigenza di aree schematiche e ben delimitate. Si suddivide in due sotto categorie:

  • Arabo
  • Rinascimentale

Il primo rispecchia la descrizione sopra citata con l’inserimento di brevi corsi d’acqua. Quello rinascimentale invece rappresenta un giardino più importante, con grandi fontane e laghetti; sono gli intramontabili spazi d’acqua dove spesso si notano i classici pesci rossi.

giardino mediterraneo

GIARDINO GIAPPONESE

I Giardini Giapponesi catturano subito nell’immediato per il loro fascino particolare. Ne esistono di diverse tipologie, tutte con un’attrattiva certamente particolare, quella di ricreare per quanto possibile lo stile di vita e la cultura tipica giapponese.

Ciò che si evince subito da un giardino giapponese è l’ampio spazio verde panoramico che offre. Una modesta ricreazione dei paesaggi tipici della cultura orientale: vallate, fontane e corsi d’acqua. Una qualità tipica di questi giardini giapponesi, non è tanto la presenza di un’area verde che completa la costruzione di una villa o struttura abitativa che sia: l’abitazione stessa diventa parte integrante del giardino.

giardino giapponese

GIARDINO ALL’ITALIANA

La caratteristica di questo tipo di giardino è data dalla presenza importante di uno schema ben delimitato; ossia le aree verdi hanno tutte forme ben precise, trattate con la strumentalizzazione e manutenzione necessaria: frequente e duratura. Si notano di fatti aree geometriche ben precise, le cui siepi in esse contenute rappresentano dei giochi geometrici ben strutturati.

giardino all'italiana

GIARDINO ALL’INGLESE

Il giardino all’inglese è speciale e particolare perché per loro stessa natura, tendono a far dimenticare allo stesso visitatore di trovarsi all’interno di un giardino. La natura è di fatti inserita in maniera armonica, dove a essere protagonisti non sono solo le piante e la maestosa vegetazione, ma anche strutture decorative come fontane e ruscelli. La stessa disposizione della vegetazione è inserita tenendo conto del naturale decorso del tempo e dell’alternarsi delle stagioni. I colori così come anche le diverse tonalità dei fiori cambiano secondo la stagione presente. Il Giardino inglese è ideato secondo uno schema preciso studiato però in maniera personalizzata dal padrone del giardino stesso. Si può quindi personalizzare secondo gusti e propri diletti.

giardino inglese

Ora che sai le tipologie di giardino non vedi anche tu l’ora di realizzarne uno giapponese?

Contattami e richiedi un preventivo, Verde Impianti è specializzato per rendere affascinante il tuo giardino!

richiedi-preventivo giardinaggio

Progettazione Giardini Rovigo

Progetti Giardini belli e pratici di alto impatto estetico in Provincia di Rovigo.

Se abiti a Rovigo o nella Provincia di Rovigo e hai un giardino e vorresti migliorarlo e riprogettarlo oppure vuoi fare un giardino da zero chiedi a noi di Verde Impianti come fare, ti aiuteremo nel tuo progetto.

Lasciati nelle nostre mani esperte e ci occuperanno della progettazione ed installazione di nuove componenti: piante, fiori, piscine, laghetti, pavimenti in murature per esterno e tutto quello che servirà per rendere il tuo giardino unico.

Forniamo anche arredamenti per esterni e vi consiglieremo su ottimi prodotti delle migliori marche.